Serie A: vincono Juve e Roma, passo falso del Napoli contro l'Udinese

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

martedì 10 dicembre 2013

Tra il 6 e l'8 dicembre si sono giocati gli incontri in programma nel quindicesimo turno della Serie A.

A Bologna la Juventus vince per 2-0: al 12' Vidal sblocca il match, portando i bianconeri in vantaggio. Durante l'incontro gli interventi di Curci, oggi migliore in campo, e i tanti errori commessi in fase di finalizzazione da parte di Llorente mantengono la partita aperta fino al 90', quando Chiellini sigla il 2-0 di testa su calcio d'angolo.

Negli anticipi di sabato il Milan rimedia un 2-2 a Livorno e il Napoli si fa stoppare dall'Udinese sul 3-3.

A Livorno gli ospiti si portano avanti con Balotelli che in devia rocambolescamente in rete su assist di Kaká. I padroni di casa trovano il pari con Siligardi e nella ripresa vanno in vantaggio grazie al 2-1 di Paulinho. I milanesi reagiscono e trovano il pareggio grazie ad una punizione segnata da Balotelli, che nel finale ha l'occasione per portare i suoi sul 3-2: l'attaccante tira verso la porta avversaria, il tiro è potente e preciso, Bardi vola, ma la traiettoria conclude la sua corsa sulla traversa e ritorna in campo, negando la vittoria agli ospiti.

A Napoli i padroni di casa partono bene: Pandev segna due reti in 3' e al 45' gli ospiti accorciano le distanze grazie ad un'autorete di Fernández. Il match cambia con l'ingresso nelle file dell'Udinese di Maicosuel che rileva Herthaux: Guidolin decide di passare da una difesa a 5 a una difesa a 4. 2' minuti dopo l'entrata in campo del brasiliano Bruno Fernandes sigla il 2-2. Al 71' Higuaín arriva nell'area avversaria e il suo è respinto da Brkić e ribattuto in rete da Džemaili. A 10' dalla fine Basta sigla il 3-3. Guidolin viene allontanato nei minuti finali.

Roma-Fiorentina apre la giornata di domenica. Al 7' Gervinho entra in area e serve verso il centro: la sfera raggiunge Maicon che controlla e sigla l'1-0. Al 29' Tomović mette in mezzo, Rossi non arriva sulla sfera, che finisce verso Vargas che ribatte in rete. Tra i più attivi, Gervinho è il giocatore più pericoloso nell'area viola, rendendosi protagonista anche in occasione della seconda rete: raggiunta la linea di fondo, serve in area Destro che mette a segno il 2-1 finale. Espulso Pjanić nel finale.

A Cagliari i padroni di casa battono il Genoa per 2-1. Il vantaggio iniziale segnato da Gilardino viene rimontato nella ripresa dalla doppietta di Sau. Gli ospiti erano rimasti in dieci dal 43' per l'espulsione di Manfredini.

L'Hellas Verona vince 2-1 contro l'Atalanta: le reti sono firmate da Denis (A), Gómez (H) e Jorginho (H) su rigore. Espulso Cazzola all'85', che provoca il rigore trasformato da Jorginho.

A Genova la Sampdoria batte il Catania 2-0: segnano Éder e Gabbiadini.

A Sassuolo il Chievo vince per 1-0 con la rete di Théréau, andato in gol nella ripresa.

La Lazio cade a Torino col punteggio di 1-0: decide Glik, segnando al 19'.

Il posticipo domenicale giocato tra Inter e Parma si conclude 3-3: in gol Sansone (P), Palacio (I), Parolo (P), Palacio (I), Guarín (I) e Sansone (P).

La Juventus capolista sale a 40, davanti a Roma (37), Napoli (32) Inter (28), Fiorentina (27) ed Hellas Verona (25). Ormai staccate Milan (18) e Lazio (17). Livorno (13), Bologna (12) e Catania (9) lottano per non retrocedere.

Giuseppe Rossi con 12 marcature è il capocannoniere del torneo.

Fonti[modifica]