Serie A 2012-2013: Juventus, Napoli e Lazio mantengono la vetta anche dopo la terza giornata

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

lunedì 17 settembre 2012

Stevan Jovetić: capocannoniere della Serie A dopo tre turni a 4 reti, ha segnato almeno un gol in ogni incontro di campionato

Tra il 15 e il 16 settembre si è giocata la terza giornata di Serie A.

Il 15 settembre si sono giocati i due anticipi: a Palermo i padroni di casa pareggiano contro il Cagliari: Egidio Arévalo porta in vantaggio i siciliani nel primo tempo ma Marco Sau, a pochi minuti dalla fine della seconda frazione di gioco, fa l'1-1 all'esordio con la maglia rossoblu. L'Atalanta batte il Milan in trasferta: decide Luca Cigarini al 64'. Per il Milan si tratta della seconda sconfitta nelle prime due partite in casa e ciò non accadeva da 82 anni:

Il 16 settembre si sono giocate le restanti sfide. Alle 12:30 ChievoVerona-Lazio ha anticipato le partite delle 15:00. I biancocelesti si impongono per 1-3 (doppietta di Hernanes e Miroslav Klose; per i veneti Sergio Pellissier realizza un calcio di rigore).

Negli incontri delle 15:00 Fiorentina e Napoli colgono vittorie in casa: i viola battono per 2-0 il Catania (Stevan Jovetić e l'esordiente Luca Toni che ritorna con la maglia della Fiorentina dopo 5 anni) mentre il Parma cede 3-1 a Napoli (Edinson Cavani, Goran Pandev, Lorenzo Insigne in gol per i campani, Marco Parolo per gli emiliani).

A Siena l'Udinese si ritrova sullo 0-2 dopo 5': Dušan Basta e Antonio Di Natale firmano il doppio vantaggio. I friulani tengono il vantaggio fino a 20' dalla fine: Emanuele Calaiò accorcia le distanze e Zé Roberto sigla il definitivo 2-2.

A Genova la Juventus vince per 1-3: Ciro Immobile illude i padroni di casa che chiudono il primo tempo in vantaggio. Al 55' Massima Carrera, l'allenatore della Juventus, schiera Mirko Vučinić e Kwadwo Asamoah al posto di Alessandro Matri e Paolo De Ceglie, ed entrambe le mosse si riveleranno azzeccate: al 61' Emanuele Giaccherini realizza l'1-1 su assist di Vučinić che, in seguito, realizza un rigore (2-1 al 78') prima delle rete del definitivo 1-3 siglata da Asamoah all'84'. Il Pescara trova la terza sconfitta consecutiva, rimanendo a 0 punti. All'Adriatico apre le marcature Maxi López che porta in vantaggio la Sampdoria. Al 60' Marcelo Estigarribia sigla lo 0-2 per i liguri e al 75' Mervan Celik, entrato da poco nelle file del Pescara al posto di w:Vladimír Weiss (1989)Vladimír Weiss, realizza l'1-2. La risposta dei blucerchiati non si fa attendere: dopo solo 1' è ancora Maxi López ad andare in gol (1-3) prima del gol di Gianluca Caprari nel finale (2-3). La Roma coglie la prima sconfitta ai danni del Bologna: i giallorossi si portano avanti di due reti dopo il primo quarto d'ora (Alessandro Florenzi e Erik Lamela) ma nella seconda metà di gioco gli ospiti pareggiano in 2' (Alberto Gilardino e Alessandro Diamanti) segnando il gol del 2-3 nei minuti di recupero ancora con Gilardino.

In serata Torino-Inter si è conclusa sullo 0-2: Diego Milito e Antonio Cassano i marcatori.

La classifica vede Lazio, Napoli e Juventus appaiate in testa a 9 punti, davanti alla Sampdoria (8; a punteggio pieno senza la penalizzazione). In fondo alla graduatoria primi punti per Udinese e Palermo (peggior attacco). Il Siena è ultimo a -4, mentre il Pescara è l'unica squadra a non aver ancora realizzato alcun punto.

Fonti[modifica]

  • «Partite»Soccerway.com, 16 settembre 2012