Serie A 2012-2013: Juventus a punteggio pieno dopo il quarto turno

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

martedì 25 settembre 2012

Tra il 22 e il 23 settembre si sono giocate le partite della quarta giornata della Serie A. Si sono disputati 9 dei 10 incontri: Cagliari-Roma non viene disputata ed in seguito il Cagliari perde la sfida per 3-0 a tavolino.

Negli anticipi Parma-Fiorentina finisce 1-1: gli ospiti si portano in vantaggio con una rete dalla distanza di Facundo Roncaglia al 20'. Nella seconda metà di gioco il Parma ha l'occasione per pareggiare ma Jaime Valdés sbaglia un calcio di rigore. A 2' dalla fine Mattia Cassani si procura un rigore (fallo di Aleandro Rosi, già ammonito, che rimedia un'espulsione diretta): dal dischetto si presenta Stevan Jovetić ma Antonio Mirante respinge il tiro mantenendo l'incontro sullo 0-1. Al 92' Luca Toni colpisce la sfera con la mano, facendo guadagnare un altro rigore per il Parma: questa volta Valdés tira centrale realizzando l'1-1.

Juventus-Chievo si conclude sul 2-0: nel primo tempo Stefano Sorrentino riesce a tenere la rete inviolata. In 4' tra il 64' e il 68' Fabio Quagliarella sigla una doppietta: l'1-0 è realizzato in mezza rovesciata, nonostante la deviazione di Sorrentino che non può nulla. Il 2-0 assomiglia molto ad uno dei gol più famosi di Dennis Bergkamp: anche in questo caso Sorrentino devia ma la sfera entra in rete.

Nella giornata di domenica si sono giocate le altre sfide: tra gli altri risultati spiccano le sconfitte delle due squadre di Milano (Inter-Siena 0-2, Udinese-Milan 2-1), il pareggio del Napoli (0-0 a Catania) e la sconfitta della Lazio nel posticipo contro il Genoa (0-1).

Sampdoria-Torino finisce 1-1: a segno Rolando Bianchi al 69' e Nicola Pozzi all'84' entrambi su calcio di rigore. Un colpo di testa di Cristian Raimondi sugli sviluppi di un corner all'88' regala la vittoria all'Atalanta sul Palermo. Bologna-Pescara finisce 1-1: ad Alberto Gilardino risponde Juan Quintero su punizione. Al 63' Mattia Perin atterra Gilardino in area e viene espulso: Gianluca Caprari è sacrificato per Ivan Pelizzoli, secondo portiere. Pelizzoli para il rigore di Alessandro Diamanti mantenendo il risultato sull'1-1. Catania-Napoli si chiude a reti inviolate: nonostante il Napoli possa vantare la superiorità numerica dal 2' (espulso Pablo Álvarez per fallo da ultimo uomo su Edinson Cavani) non riesce a segnare e rischia di subire la sconfitta. Il Siena vince a San Siro contro l'Inter: le reti arrivano nel secondo tempo Simone Vergassola finalizza un contropiede al 72' e Francesco Valiani firma di testa la seconda marcatura per il Siena al 92'. A Udine il Milan perde contro l'Udinese: Mathias Ranégie porta in vantaggio i padroni di casa al 40' con un colpo di testa che scavalca Christian Abbiati in uscita. I rossoneri pareggiano al 54' con un tiro da fuori di Stephan El Shaarawy. Al 67' Cristian Zapata, già ammonito in precedenza, commette un fallo in area di rigore e subito dopo Antonio Di Natale realizza il 2-1. Ma l'arbitro annulla la rete e dà un penalty contro il Milan espellendo Zapata per somma di ammonizioni: dagli undici metri Di Natale sigla il 2-1. Nel finale viene espulso anche Kevin-Prince Boateng per doppia ammonizione. Nel posticipo è Marco Borriello a segnare l'1-0 che consente al Genoa di ottenere il successo contro la Lazio.

Dopo la giornata odierna la Juventus passa solitaria al comando del torneo con 12 punti davanti a Napoli (10), Lazio e Sampdoria (9). Poi Fiorentina e Roma a 7. In fondo alla graduatoria Milan e Chievo (3), Cagliari (2), Pescara e Palermo (1) sono davanti al Siena (-1).

Fonti[modifica]

  • «Partite»Soccerway.com, 23 settembre 2012