Siena, rapina finisce nel sangue: gioielliere uccide ladro

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

mercoledì 9 luglio 2008

Una rapina che finisce nel sangue, con il titolare della gioielleria che ha ucciso un rapinatore. È accaduto questa mattina a San Rocco a Pilli, frazione del comune di Sovicille, piccolo comune in provincia di Siena, intorno alle 10.30; a tentare il furto ai danni del gioielliere, una coppia composta da un uomo e una donna, i quali, nella serata di ieri, avrebbero eseguito un sopralluogo sul luogo del furto.

Questa mattina, la tragedia: i due sono entrati nel negozio, e tra il titolare e l'uomo è iniziato un conflitto a fuoco, conclusosi quando il gioielliere, estraendo un fucile, ha colpito a morte il rapinatore. Della complice, per ora, non si hanno notizie: anch'essa sarebbe stata ferita nel locale, ed inoltre, uscendo, una vicina l'avrebbe presa a bastonate, danneggiando anche la vettura con la quale è scappata, che è stata ritrovata poco dopo.

Per ora, negli ospedali del senese, non si sono registrati ricoveri compatibili con l'episodio. Gli inquirenti, giunti sul teatro della rapina per le indagini, hanno sentito il gioielliere, che ha riferito dell'ingresso, nel negozio, di un uomo armato.

Fonti[modifica]