Siria: ritardi nello smantellamento delle armi chimiche

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

7 marzo 2014

Il Presidente siriano Bashar al-Assad

La Siria non sarebbe in grado di tener fede agli impegni presi per lo smantellamento delle armi chimiche e non avrebbe neppure la reale intenzione di farlo; conseguentemente, la prossima scadenza del 15 marzo verrà quasi certamente mancata.

È quanto riporta l'agenzia Reuters, riferendo il parere di due fonti anonime interne all'Opac (Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche).

Fonti[modifica]