Sky ricevibile in tecnologia OTT dal 2018

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

venerdì 27 gennaio 2017
Il fornitore di contenuti a pagamento Sky ha annunciato ieri che dal 2018 offrirà i propri servizi anche tramite la tecnologia OTT (abbreviazione di Over The Top), permettendo così a chiunque disponga di una connessione Internet di almeno 4 Mbps di poter accedere ai servizi a pagamento di Sky; ciò avverrà dal 2018 tramite la commercializzazione di una versione apposita del ricevitore Sky Q ed il servizio sarà disponibile nelle aree di commercializzazione delle versioni britanniche, tedesca ed italiana (ovvero Regno Unito, Irlanda, Germania, Austria, Italia, Repubblica di San Marino e Città del Vaticano), con inizio nel Regno Unito, dove Sky Q è presente dal 2016 e ve ne sono oltre un milione in 600.000 abitazioni, mentre l'obiettivo è di acquisire clienti tra i 6.000.000 di abitazioni sparse nei territori dove è offerto il servizio che non possiedono un'antenna parabolica che, secondo il CFO di Sky Andrew Griffith, sono concentrate in aree urbane densamente popolate ed hanno le migliori connessioni Internet possibili.

Fonti[modifica]