Somalia: commando francese libera ostaggi

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

mercoledì 17 settembre 2008

Un commando francese, come già fatto per lo yacht Ponant nel mese di aprile, ha liberato due cittadini francesi sequestrati insieme al loro yacht dai pirati somali. Nel blitz che ha portato alla liberazione dei due sequestrati è morto un pirata ed altri sei sono stati arrestati e condotti in Francia.

La liberazione degli ostaggi è avvenuta mentre i pirati, a bordo del natante sequestrato, li stavano portando nella loro base di Eil (Somalia).

Dopo la liberazione degli ostaggi, il presidente francese Sarkozy ha chiesto un maggior impegno, da parte degli altri paesi, nella lotta contro la pirateria nelle acque del corno d'Africa. Dalle ultime informazioni risulta che nelle mani dei pirati somali vi sono attualmente più di dieci navi e più di cento marittimi. L'ultimo sequestro è avvenuto nelle ultime ore ai danni di una nave battente bandiera di Hong Kong.

Nella giornata di oggi anche il governo spagnolo ha annunciato il suo impegno, con lo schieramento di un pattugliatore marittimo P-3 Orion e di 90 soldati per il contrasto della pirateria nell'area. Negli ultimi tempi anche le navi spagnole sono state oggetto di attacchi da parte dei pirati in prossimità della Somalia.

Le acque somale si trovano proprio lungo una importante rotta commerciale, che dal canale di Suez da accesso all'oceano indiano.

Fonti[modifica]