Somalia: le acque del corno d'Africa un campo di battaglia

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

mercoledì 19 novembre 2008
Dopo il sequestro della superpetroliera saudita "Sirius Star" i pirati somali hanno sequestrato altre tre navi: un peschereccio, una nave di Hong Kong ed un mercantile greco.

Contemporaneamente la fregata indiana INS Tabar ha affondato un battello pirata che non ha risposto all'alt dei militari e minacciava di far fuoco contro l'unità indiana; secondo le fonti ufficiali indiane i colpi ricevuti hanno fatto deflagrare le muzioni conservate a bordo; due lance si sono allontanate velocemente verso la costa somala.

Nonostante gli sforzi militari della coalizione, della NATO, della guardia costiera yemenita e di altre forze navali presenti nelle acque del corno d'Africa, i pirati non sembrano voler cessare le loro azioni contro mercantili, yacht e pescherecci, anzi appaiono più decisi che mai nel voler continuare questi assalti.

Fonti[modifica]