Supercoppa Europea: il Milan trionfa nella sera del lutto

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

sabato 1 settembre 2007

Il Milan ha vinto la sua quinta Supercoppa Europea, vincendo per 3 a 1 contro un Siviglia ancora duramente sconvolto dalla morte del loro compagno Antonio Puerta. Proprio in suo ricordo, tutti i giocatori, anche della squadra italiana, portavano il nome del ragazzo recentemente scomparso scritto sulla maglia sotto il proprio nome, in segno di rispetto e cordoglio.

La partita inizia bene, con entrambi le squadre che giocano molto convinte, ma con una prevalenza del Siviglia nei primi quarantacinque minuti di gioco: al 14° minuto, infatti, un tiro di Renato spiazza un Dida assolutamente fuori serata. Il gol è stato seguito da un abbraccio collettivo dei giocatori spagnoli, con le mani alzate al cielo.

Il secondo tempo prosegue bene, con il Milan che pareggia con un gran tiro di Filippo Inzaghi e che passa in vantaggio con un sinistro di Marek Jankulovski.

Quasi alla fine della partita, l'arbitro assegna un rigore, battuto da Kakà, che il portiere para, ma il brasiliano (recentemente premiato come giocatore dell'anno dall'UEFA) con un colpo di testa la manda in rete, e chiude così la partita sul 3 a 1. Premiazione in tono mesto, nel rispetto del momento triste che il calcio sta attraversando, con la morte di Puerta e le accuse al club sivigliano di non aver preso le precauzioni mediche necessarie per evitare la morte della giovanissima promessa.

Quinta supercoppa europea per il Milan, che batte così il record sia per il trofeo, e sia per il numero complessivo di trofei internazionali vinti, 17.

Fonti[modifica]