Tennis, US Open 2011: Schiavone battuta, Federer passeggia

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

martedì 6 settembre 2011

La giornata degli US Open appena terminata non porta con sé sorprese particolari, ma risultati sostanzialmente attesi, che completano il quadro degli ottavi di finale.

Delusione per la sconfitta di Francesca Schiavone, finalista del Roland Garros, che in una partita pur molto combattuta cede sotto i colpi della nº 17 del seeding, Anastasija Pavljučenkova, con il risultato finale di 5–7, 6–3, 6–4. Nel campo femminile, maratona della numero 1 del mondo, Caroline Wozniacki, che batte la russa Svetlana Kuznecova per 6-7, 7-5, 6-1.

Proprio il protrarsi del match della Wozniacki ha costretto lo svizzero Roger Federer, attuale nº 3 del mondo e vincitore del quarto Slam dell'anno ininterrottamente dal 2004 al 2008, a scendere in campo a pochi minuti dalla mezzanotte.

Per nulla turbato dall'orario tardo, Federer ha letteralmente travolto l'argentino Juan Mónaco con il risultato di 6-1 6-2 6-0 in poco più di 80 minuti di gioco, offrendo una prestazione stratosferica, e portandosi così ai quarti di finale per la trentesima volta consecutiva nelle prove dello Slam, dove tenterà la rivincita contro il francese Jo-Wilfried Tsonga, che l'ha recentemente estromesso dal Torneo di Wimbledon proprio ai quarti per la seconda volta in due anni (nel 2010 a batterlo fu Tomas Berdych).

Tsonga, dal canto suo, arriverà alla sfida contro il campionissimo svizzero sicuramente più stanco, poiché per avere ragione dell'americano Mardy Fish ha dovuto giocare per ben cinque set, chiudendo con lo score di 6-4, 6-7, 3-6, 6-4, 6-2.

Quest'oggi, Flavia Pennetta (unica italiana rimasta in gara nel singolare) tenterà per la prima volta in carriera di accedere alla semifinale del prestigioso torneo newyorchese, sfidando la modesta tennista tedesca Angelique Kerber, che naviga intorno all'ottantesima posizione del ranking.

Fonti[modifica]