Tomizawa sarebbe morto in ambulanza. Aperte le indagini

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search
Tomizawa era sesto con 82 punti nella classifica piloti della Moto2, in questa stagione aveva ottenuto una vittoria, un secondo posto e due pole position.

venerdì 10 settembre 2010
Shoya Tomizawa, il motociclista non ancora ventenne morto in pista domenica scorsa, non sarebbe morto alle 14.19 come dichiarato dai medici bensì in ambulanza e la Dorna avrebbe mentito, inventando un'ora del decesso, avvenuta in ospedale, pur di continuare lo spettacolo di Moto2.

Questi sono i risultati delle indagini portate avanti dalla procura di Rimini, che adesso stanno cercando di capire se al motociclista, tra la caduta e il decesso, siano state date le cure necessarie per l'incidente.

L'autopsia ha anche rivelato che la causa della morte è stata «uno schiacciamento del torace e degli organi interni in seguito al passaggio sul suo corpo delle moto di Alex De Angelis e Scott Redding», i quali ora sono stati inseriti nel registro degli indagati per omicidio colposo.  

Articoli correlati[modifica]

Fonti[modifica]