Tour de France 2005: undicesima tappa

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

13 luglio 2005

11^ tappa[modifica]

Descrizione[modifica]

Mercoledi 13 luglio - Courchevel > Briançon ( 173 km )

È una tipica tappa alpina per il Tour, si scalano vette leggendarie, in successione il Col de la Madeleine, il Col du Telegraphe e il Col du Galibier, nomi che evocano negli appassionati ricordi di imprese epiche di grandi del ciclismo come Coppi, Bartali, Merckx, Gaul, Gimondi.

Il Col de la Madeleine è una salita di più di 25 km con pendenza media del 6%, il Telegraphe sono solo 12 km con pendenza media del 6.7%, il Galibier sono circa 18 km, con pendenza media del 7%, si arriva a quota 2646 m, è la vetta del Tour.

Il Tour passò per la prima volta sul Galibier nel 1911, durante la tappa Chamonix-Grenoble, di 366 km, fu affrontato nello stesso modo in cui sarà affrontato oggi, subito dopo il Telegraphe, fu francese Emile Georget il primo a passare su questa cima.

In questa occasione comunque il fatto che dal passaggio ai 2600 m sul Col du Galibier all'arrivo di Briançon, posto a quota 1200 m, ci siano 40 km di discesa autorizza a pensare ad un arrivo senza grandissimi distacchi.

Risultati[modifica]

Classifica di tappa
Posizione Atleta Nazione Squadra Tempo
1 VINOKOUROV Alexandre Kazakistan T-Mobile Team 4h 47' 38"
2 BOTERO Santiago Colombia Phonak s.t.
3 MOREAU Christophe Francia Credit Agricole a 01' 15"
4 JULICH Bobby USA Team CSC a 01' 15"
5 MAZZOLENI Eddy Italia Lempre-Caffita a 01' 15"


Classifica generale
Posizione Atleta Nazione Squadra Tempo
1 ARMSTRONG Lance USA Discovery Channel 41h 59' 57"
2 RASMUSSEN Michael Danimarca Rabobank a 38"
3 MOREAU Christophe Francia Credit Agricole a 02' 34"
4 BASSO Ivan Italia Team CSC a 02' 40"
5 VALVERDE Alejandro Spagna Iles Baleares a 03' 16"


Riassunto[modifica]

Ieri era crollato in salita, lasciando piu di 5' sul campo ad Armstrong.

Oggi è scattato sulla prima salita, ed è andato avanti, anche solo, fino al traguardo.

Nel giorno in cui giunge la notizia dell'arresto di Dario Frigo (alcune fiale di EPO sono state ritrovate nell'auto della moglie), Alexandre Vinokourov ribadisce, con un'importante prova d'orgoglio, che il Tour, per lui, non è finito.

È partito presto, il kazaco. Era in piedi sui pedali già sulle prime rampe del Col de la Madeleine. Ha resistito sul Galibier, ha tenuto in discesa, mentre tutta la Discovery Channel tirava il gruppo per andarlo a riprendere. Ed è giunto sul traguardo con 1' e 15" di distacco sul gruppo maglia gialla, accompagnato da Botero, che lo ha aiutato lungo gli ultimi 40 chilometri di discesa.

L'aveva promesso, Vinokourov, questo attacco. Ed ha mantenuto la promessa.

Fonti[modifica]