Trovato un pianeta extrasolare abitabile? Forse

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

mercoledì 2 maggio 2007


Da quando le tecniche investigative astronomiche hanno reso possibile l'identificazione di pianeti extrasolari (ovvero pianeti che orbitano attorno ad una stella diversa dal Sole) la ricerca di pianeti con caratteristiche simili a quelle della Terra è stata continua. Infatti un pianeta con massa e temperature simili a quelle terrestri sarebbe, in linea di principio, capace di ospitare la vita così come la conosciamo e magari ospitare forme di vita intelligenti. Tuttavia, fino ad oggi, gli unici pianeti scoperti erano completamente gassosi e di massa paragonabile a quella di Giove, il che rende di fatto impensabile la presenza di acqua allo stato liquido e quindi di vita.

Il 24 aprile 2007 un team di astronomi svizzeri, francesi e portoghesi (utilizzando il telescopio da 3,6 metri dell'European Southern Observatory a La Silla in Cile) hanno confermato la scoperta di Gliese 581 c, un pianeta che orbita attorno alla nana rossa Gliese 581 e di massa circa 5 volte superiore a quella terrestre. Questa è la prima scoperta di un pianeta che fa parte della cosiddetta zona abitabile, ovvero che possiede potenzialmente tutte le caratteristiche per avere acqua allo stato liquido sulla superficie.

Tuttavia gli scienziati frenano gli entusiasmi e ricordano che ci sono moltissimi fattori ancora da verificare. Innanzitutto Gliese 581c orbita estremamente vicino attorno ad una stella molto più fredda del nostro sole ed ha una gravità almeno due volte maggiore della terra rendendo le condizioni molto differenti da quelle a cui siamo abituati.

Fonti[modifica]