UEFA Champions League 2011-2012: record di Messi nel 7-1 rifilato al Bayer

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

Barcellona, sabato 10 marzo 2012

Leo Messi, autore di 5 reti nella partita contro il Bayer Leverkusen: è l'unico calciatore ad averne realizzate tante in una singola partita di Champions League

Il 7 marzo si è giocata la quinta partita degli ottavi di finale di UEFA Champions League tra la società spagnola del Barcellona e i tedeschi del Bayer Leverkusen. I catalani si sono imposti vincendo largamente per 7 reti a 1, grazie a cinque reti del Pallone d'oro Lionel Messi. L'incontro è disputato al Camp Nou di Barcellona.

Josep Guardiola schiera il suo Barça con un 4-3-3 con Valdés in porta, Adriano, Mascherano, Piqué e Dani Alves in difesa, Fàbregas, Busquets e Xavi a centrocampo e il trio offensivo Iniesta, Messi e Pedro. Robin Dutt sceglie invece di disporre il Bayer con un 4-4-2: il portiere Leno dietro a Kadlec, Schwaab, Toprak e Castro schierati in difesa, Lars Bender, Rolfes, Reinartz e Renato Augusto a centrocampo, Kießling e Derdiyok in attacco.

La sfida s'infiamma subito: Fàbregas vede e serve Messi che entra in area, ma il suo tiro è respinto da Leno; Messi rimette la sfera a centro area ma Castro si oppone in scivolata alla conclusione a porta vuota di Pedro. Dopo un paio di punizioni pericolose di Xavi arriva l'1-0: lo stesso Xavi, dalla propria metà campo, lancia Messi che taglia in due la difesa lasciando sul posto Toprak e Schwaab, controlla la sfera e realizza un pallonetto che supera Leno e s'insacca nella sua porta insieme a Schwaab che aveva tentato di recuperare sull'argentino.

Il Barça crea diverse occasioni e raddoppia sul finire del primo tempo: Mascherano serve Iniesta che si accentra, supera un paio di avversari e scarica su Messi che, dopo aver lasciato sul posto tre difensori, mette il pallone sul palo più lontano immobilizzando Leno. La prima frazione di gioco si conclude sul 2-0 per i catalani.

Al 50' Messi completa la tripletta: Fàbregas lancia l'argentino che controlla il pallone, si libera di Schwaab e supera con un lob di destro il portiere avversario. La prima vera azione del Bayer arriva, in risposta al 3-0, con uno scambio veloce a centrocampo: Rolfes lancia Derdiyok che riesce a liberarsi di Mascherano ma il suo tiro attraversa tutto lo specchio della porta perdendosi sul fondo. Guardiola fa riposare Iniesta e Xavi che escono per Tello e Keita, mentre Dutt fa entrare Schürrle e Bellarabi al posto di Bender e Derdiyok.

Dopo soli 3' dall'ingresso in campo Tello realizza la sua prima marcatura all'esordio in Champions League: lanciato da Fàbregas sulla corsia destra, arriva in area e batte Leno colpendo il pallone con l'interno destro. Passano altri due minuti e i catalani raggiungono il 5-0: da calcio d'angolo, Messi e Pedro giocano di prima portando Messi in area; il passaggio di Pedro verso Messi è sporcato da Schwaab che indirizza la sfera verso il fondo del campo; Leno si tuffa ma mette il pallone sui piedi di Messi che deve solo concludere con un preciso tap-in.

Gli spagnoli non si placano: al 62' Dani Alves in contropiede serve Tello, che, smarcato sulla sinistra dell'area di rigore tedesca, ha la libertà di stoppare il pallone, aggiustarselo e battere nuovamente con l'interno destro il giovane Leno, colpevole di essersi fatto passare la sfera sotto il braccio. Dopo una ventina di minuti di possesso palla da parte dei padroni di casa, a cinque minuti dalla fine arriva anche il 7-0: Fàbregas passa per Keita e il maliano serve Messi che conclude a girare sul palo più lontano. I blaugrana potrebbero portarsi anche sul 8-0: l'onnipresente Fàbregas lancia con un passaggio filtrante Tello, che si accentra, entra in area ma spara su Leno.

Nei minuti di recupero il giovane Bellarabi conclude un uno-due con Rolfes e realizza il gol della bandiera battendo Valdés con un tiro a girare di destra indirizzato sul secondo palo. Così facendo il Bayer evita un sconfitta storica: nessuna squadra, infatti, aveva mai perso con sette reti di scarto in una fase finale di Champions League.

Il Barcellona invece prosegue l'avventura ai quarti di finale. Tello esordisce in Champions realizzando una doppietta, mentre il tre volte Pallone d'Oro Lionel Messi raggiunge un altro record: è infatti il primo calciatore ad aver marcato cinque reti in una singola partita di Champions League.

Fonti[modifica]