UEFA Champions League 2012-2013: Juventus-Shakhtar Donetsk 1-1

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

Torino, mercoledì 3 ottobre 2012

Willian, migliore in campo secondo Uefa.com

Si è conclusa sull'1-1 la sfida tra Juventus e Shakhtar Donetsk, giocata ieri sera a Torino e valida per la seconda giornata del gruppo E di UEFA Champions League. Autori dei gol, entrambi nel primo tempo, Alex Teixeira per gli ucraini e Leonardo Bonucci.

Cronaca[modifica]

Allo Juventus Stadium di Torino sono gli ucraini ad attaccare per primi andando vicini al vantaggio con Alex Teixeira. I bianconeri rispondono con diversi tentativi, ma senza successo. Al 23' lo Shakhtar passa in vantaggio: un'azione ben costruita porta Willian al tiro, sul rimpallo il brasiliano appoggia la sfera al connazionale Alex Teixeira che, smarcato, supera Gianluigi Buffon con una conclusione potente che si insacca sotto la traversa.

I padroni di casa non ci stanno e pareggiano dopo soli due minuti: su uno schema da calcio d'angolo Leonardo Bonucci, servito rasoterra da Andrea Pirlo, batte il portiere rivale Andrij P″jatov con una conclusione di prima intenzione. La Juventus tenta allora il raddoppio, prima con Alessandro Matri, che tira forte ma centrale, poi ancora con Bonucci, sempre su corner. Il primo tempo si chiude però sull'1-1, con lo Shakhtar che mantiene il 60% del possesso palla.

Nella seconda metà di gioco la Juventus tenta di chiudere la partita ma soffre i frequenti contropiede dello Shakhtar: al 60', dopo una veloce ripartenza, Willian sfiora l'1-2 spedendo la sfera a lato del secondo palo con un tiro non potente ma molto preciso. La Juventus continua ad attaccare e Sebastian Giovinco, appena entrato al posto di Mirko Vučinić, recupera un lancio lungo e mette il pallone al centro dell'area: Matri manda però alto da posizione ravvicinata. Poi anche Matri esce, entra al suo posto Fabio Quagliarella. Poco dopo i bianconeri vanno vicini al 2-1: in una delle rare azioni partite dalla fascia destra Stephan Lichtsteiner riesce a raggiungere l'area di rigore e a crossare, ma Claudio Marchisio arriva in ritardo e non riesce a deviare.

Lo Shakhtar rischia ma riparte bene in contropiede grazie alla qualità e all'esperienza dei propri centrocampisti: Răzvan Raț e Darijo Srna coprono sulle fasce in fase difensiva ripartendo in contropiede, Tomáš Hübschman è fondamentale come stopper, Willian e Alex Teixeira portano avanti le ripartenze spesso finalizzate dal talentuoso fantasista Henrikh Mkhit'aryan, pericoloso in più di una occasione. Nel finale sono ancora gli ucraini a rendersi pericolosi: Buffon respinge una punizione di Srna, poi sfiorano il gol Willian e Mkhit'aryan. Nei minuti di recupero, infine, l'ultima occasione: Mkhit'aryan supera in dribbling diversi avversari, serve Willian ma questi, sulla respinta di un suo primo tiro, spedisce la palla sulla traversa a Buffon battuto.

La partita si conclude sull'1-1, e la Juventus, pur con qualche sofferenza, rimane nuovamente imbattuta in casa. Nella classifica del girone lo Shakhtar sale a quota quattro in compagnia del Chelsea, vittorioso per 4-0 in casa dei danesi del Nordsjælland, mentre la Juventus va a quota due punti.

Fonti[modifica]