UEFA Champions League 2012-2013: inizia la fase a gironi

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

giovedì 20 settembre 2012

Tra il 18 e il 19 settembre si è giocata la prima giornata della fase a gironi della Champions League.

Il 18 si sono giocate le partite dei gruppi A, B, C e D.

Nel Gruppo A vincono Porto (2-0 in trasferta sulla Dinamo Zagabria) e PSG (4-1 in casa contro la Dinamo Kiev). In quest'ultimo incontro, realizzando un rigore, Ibrahimović diviene l'unico calciatore ad aver segnato con 6 squadre diverse in Champions League (Ajax, Juventus, Inter, Barcellona, Milan e Paris Saint-Germain). Nel Gruppo B Arsenal e Schalke 04 colgono due vittorie in trasferta entrambe concluse sul punteggio di 1-2 (Klaas-Jan Huntelaar fallisce un rigore nel secondo tempo di Olympiakos-Schalke 04). Montpeller ed Olympiakos rimangono a 0 punti. Nel terzo girone il Málaga vince con netto 3-0 contro lo Zenit di Spalletti (doppietta di Isco e Javier Saviola) mentre a Milano l'Anderlecht ferma il Milan sullo 0-0. Nel quarto raggruppamento il Borussia Dortmund sconfigge di misura l'Ajax (decide Robert Lewandowski all'88'; in precedenza Mats Hummels aveva fallito un penalty) mentre il Real Madrid ottiene una sofferta vittoria contro il Manchester City (3-2): Edin Džeko porta in vantaggio i Citizens al 69' e Marcelo riporta il punteggio in parità al 77'. A 5' dalla fine Aleksandar Kolarov realizza l'1-2 su punizione ma prima Karim Benzema (87') poi un tiro da fuori di Cristiano Ronaldo (90') ribaltano la situazione regalando la vittoria ai Blancos di Mourinho.

Il 19 si sono svolti gli incontri dei gruppi E, F, G e H.

Nel gruppo E lo Shakhtar Donetsk vince per 2-0 con una doppietta di Henrix Mxit'aryan contro il Nordsjælland. A Londra il Chelsea rimedia un pareggio contro la Juventus: Oscar segna due reti in 2', prima con un tiro deviato da Leonardo Bonucci che sorprende Gianluigi Buffon poi con un tiro a girare sul secondo palo dal limite dell'area dopo aver saltato Andrea Pirlo. La società italiana accorcia le distanze nel primo tempo con Arturo Vidal (infortunato alla caviglia destra) al 38'. Nella seconda metà di gioco esce Sebastian Giovinco per Fabio Quagliarella che, all'esordio nella competizione come il brasiliano Oscar e il cileno Vidal, sigla il 2-2 al 80'. Nel girone F il BATE Borisov è pioniere a Lille (1-3), rischiando di aumentare in più occasioni il divario: le reti dei bielorussi arrivano nel primo tempo con Aljaksandr Valadz'ko, Vital' Radyënaŭ e Ėdhar Aljachnovič; la risposta dei padroni di casa arriva soltanto nel secondo tempo con Aurélien Chedjou. Il Bayern Monaco s'impone in casa contro il Valencia (2-1): il divario poteva essere più largo se Mario Mandžukić non avesse fallito un calcio di rigore al 94' (fallo di Adil Rami, espulso per somma di ammonizioni). Nel settimo girone il Barça vince a fatica contro lo Spartak Mosca: i Blaugrana passano in vantaggio al 14' con Cristian Tello ma vengono raggiunti grazie ad un'autorete di Dani Alves e superati nel secondo tempo grazie ad una rete di Rômulo al 58'. I padroni di casa non ci stanno e in una decina di minuti ribaltano il risultato: Lionel Messi sigla prima il 2-2 con un tiro di sinistro a pochi passi dalla porta, poi realizza il 3-2 di testa. Celtic-Benfica si conclude a reti bianche. Nell'ultimo raggruppamento il Manchester United vince di misura sul Galatasaray, nonostante i turchi abbiano più volte sfiorato il pareggio. A Braga il Cluj ottiene molto agevolmente i 3 punti: Rafael Bastos decide la sfida realizzando una doppietta nel primo tempo ma sono innumerevoli le occasioni da gol fallite da Pantelis Kapetanos.

Fonti[modifica]

  • «Partite»Soccerway.com, 19 settembre 2012