USA: il tasso di disoccupazione raggiunge l'8,1%

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

venerdì 6 marzo 2009

Il tasso di disoccupazione ufficiale negli Stati Uniti d'America ha raggiunto l'8,1%, il livello più alto da 25 anni. Lo ha annunciato il Dipartimento del lavoro, che precisa che in febbraio sono stati persi 651 000 posti di lavoro. Il tasso di disoccupazione U-6, una misura alternativa rilasciata dal Bureau of Labor Statistics che comprende altre categorie di disoccupati e sottoccupati, ha invece raggiunto il 16%.

L'economia USA ha perso 4,4 milioni di posti di lavoro da quando, nel dicembre 2007, è iniziata la recessione. La metà dei posti di lavoro persi è avvenuta negli ultimi quattro mesi, e il tasso di disoccupazione è salito del 3,3% rispetto all'anno precedente.

La Federal Reserve ritiene che il tasso non ritornerà sotto il 7% prima del 2011. I mercati azionari USA hanno aperto in rialzo in seguito alla pubblicazione del report, poiché la stima, per quanto grave, era in linea con le attese degli analisti.


Wikinews
Questo articolo, o parte di esso, deriva da una traduzione di US unemployment rate reaches 8.1%, pubblicato su Wikinews in inglese.