Un dipinto di Picasso del valore di 25 milioni di euro è stato sequestrato alla dogana in Corsica

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

Corsica, 7 agosto 2015

Pablo Picasso nel 1962

Il 7 agosto 2015, la dogana francese della Corsica ha sequestrato un dipinto di Pablo Picasso del valore di oltre 25 milioni di euro. Il dipinto, intitolato Tête de jeune fille, è stato intercettato su una nave in Corsica, mentre la sua destinazione finale era la Svizzera.

Le autorità spagnole considerano il dipinto "importabile" per via del suo status di "tesoro nazionale". Il proprietario del dipinto è Jaime Botín, un famoso banchiere spagnolo. L'uomo di 79 anni non era presente a bordo, ha detto un portavoce della dogana francese.

Le autorità francesi sono ora in attesa di una possibile richiesta dalla Spagna per recuperare il dipinto.

Fonti[modifica]