Un uomo si è ricongiunto alla propria famiglia grazie a un video di TikTok

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

giovedì 28 maggio 2020

Lo scorso marzo, l'agente di polizia Ajaib Singh ha pubblicato sul proprio profilo TikTok un video in cui incoraggiava gli indiani ad aiutare attivamente i poveri. Ajaib non sapeva però che una delle persone presenti nel video era un un uomo scomparso quasi due anni.

R Venkateshwarlu è un uomo indiano con disabilità uditive e locutorie che viveva e lavorava come bracciante in un villaggio di Telangana con la moglie e cinque figli. Nell'aprile 2018 salì su un camion per recarsi in un altro villaggio per lavoro. Tuttavia, si addormentò sul mezzo e l'autista guidò per molti chilometri prima di accorgersi della presenza dell'uomo; una volta scoperto, lo fece scendere dal camion e lo abbandonò in mezzo alla strada. Da solo in un luogo sconosciuto, riuscì a raggiungere in autostop Ludhiana, una città industriale del nord del Punjab, dove iniziò a vivere grazie alle donazioni di cibo degli abitanti.

A marzo 2020, Ajaib Singh fece un video in cui esortava i propri concittadini a donare cibo ed elementi essenziali a migranti e poveri, per aiutarli durante la pandemia. Un amico di R Peddiraju riconobbe l'uomo e avvisò la famiglia che si mise in contatto con la polizia di Ludhiana che riuscì a rintracciare il signor Venkateshwarlu. Peddiraju ottenne un permesso speciale per poter attraversare il paese e ricongiungersi col padre a quasi 1 300 km da casa.

Fonti[modifica]