Undicenne ingoia galleggiante, i genitori accusano i compagni

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

sabato 22 settembre 2007

L'altro ieri a Cirié, in provincia di Torino, un undicenne è stato trasportato in ospedale poiché, mentre si trovava a scuola, ha ingerito un galleggiante da pesca fosforescente, rischiando il soffocamento.

I genitori hanno puntato il dito contro i compagni di scuola del ragazzo, dichiarando che sia stato sfidato dai suoi coetanei, che l'hanno accusato di essere omosessuale. Gli studenti si difendono affermando che nessuno gli ha suggerito di introdursi l'oggetto in bocca. Quest'ultimi sono stati tuttavia ritrovati in possesso di numerosi galleggianti molto simili a quello estratto dalla gola dell'undicenne, acquistati dal genitore di un membro del gruppo.

Nella scuola media in cui è avvenuto il fatto è partita una inchiesta per stabilire se si tratta dell'ennesimo caso di bullismo.

Fonti[modifica]