Valle Camonica bloccata dal maltempo

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

sabato 12 aprile 2008
I violenti nubifragi che si sono abbattuti sulla Valle Camonica nella notte tra venerdì e sabato hanno causato smottamenti, frane ed esondazioni di torrenti.

Molto colpiti sono stati i territori dal'alto Sebino con l'allagamento delle strade sia a Costa Volpino che a Lovere.

A Pisogne la Strada Statale 510 Sebina Orientale a causa dell'allagamento della galleria Trentapassi è rimasta bloccata a lungo, isolando completamente la Valle Camonica. Anche la rivierasca del lago d'Iseo è stata invasa da terriccio all'altezza di Govine di Pisogne ed a Toline, rovinando anche sopra il tracciato della Ferrovia Brescia-Iseo-Edolo.

Ad Artogne invece è rimasta bloccata la via che porta alla frazione Piazze a causa di uno smottamento, che solo l’intervento, durato fino a notte fonda, dei Vigili del Fuoco e dei volontari ha permesso di riaprire.

Anche i comuni di Ossimo Borno e Lozio sono rimasti isolati dal resto della Valle a causa della chiusura dei tre passaggi a livello situati nel comune di Malegno. La caduta di un fulmine durante un temporale alle ore 20.30 ha colpito gli impianti elettrici causando, secondo le norme di sicurezza, l’abbassamento delle sbarre. Esse sono rimaste bloccate per circa due ore.

Fonti[modifica]