Vicenza: parte la manifestazione contro l'allargamento della base USA

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

sabato 17 febbraio 2007

È partito attorno alle 14:20 (UTC+2) la marcia di protesta che attraverserà la città di Vicenza per protestare contro l'allargamento della base militare USA. I cortei saranno due: uno delle associazioni e dei partiti che aderiscono alla manifestazione (presente tra gli altri il Segretario del PDCI Oliviero Diliberto), l'altro dei centri sociali e delle forze extraparlamentari. Sono presenti anche esponenti della CISL e delle ACLI, contrariamente alle parole della vigilia, oltre a membri del centro sociale Gramigna di Padova, presenti con striscioni e slogan che chiedono la scarcerazione dei "compagni in galera". Un petardo è stato lanciato contro le forze dell'ordine, che però non hanno risposto alla provocazione. Intanto sulle mura della questura è stata rinvenuta la scritta A.C.A.B (che in inglese significa Tutti i poliziotti sono bastardi).

La polizia stima la presenza di circa 40.000 persone, mentre per il comitato organizzatore i manifestanti sono 100.000. Per Rifondazione Comunista, invece, i partecipanti sarebbero 200.000. Il percorso della manifestazione prevede un periplo completo del centro storico della città, reso inaccessibile dall'imponente schieramento delle Forze dell'Ordine, impegnate con circa 1.300 uomini e mezzi blindati.

Sono presenti anche numerose ambulanze e mezzi di soccorso per servizi d'emergenza.

Intorno alle 15:45 la testa del corteo ha raggiunto il Campo Marzio, dove si concluderà la manifestazione, mentre la coda aveva appena lasciato la stazione, luogo del concentramento dei manifestanti. Sono intanto cominciati gli interventi sul palco allestito al Campo Marzio: salita sul palco Sabina Guzzanti, che ha imitato il presidente americano George W. Bush.

La piazza, durante il discorso del portavoce dei comitati, Cinzia Bottene, ha invocato le dimissioni del sindaco Enrico Hulweck.

Commenti alla manifestazione[modifica]

Il ministro della difesa Arturo Parisi, intanto, ha ribadito che il governo "vigilerà affinché si tengano nel massimo conto le esigenze locali" e di avere ricevuto rassicurazioni anche del ministro della difesa americano Robert Gates. Secondo Nicola Latorre, vicepresidente dei senatori de l'Ulivo, la decisione su Vicenza è ormai presa, ma il governo dovrà prestare orecchio alle ragioni della piazza.

Per Silvio Berlusconi, che ha parlato ai giovani di Forza Italia a Napoli, si tratta di un corteo anti USA, e ha detto che questo "è un giorno triste a causa della manifestazione di Vicenza".

Possiedi foto scattate da te riguardanti il fatto che è oggetto dell'articolo? Puoi caricarle su Wikinotizie per aiutare a ricostruire l'accaduto.

Devi essere un utente registrato

Carica le tue immagini

Ricorda che non è possibile caricare immagini non libere: ogni contenuto di dubbia provenienza sarà immediatamente cancellato.
Per maggiori informazioni leggi Wikinotizie:Copyright immagini

Fonti[modifica]

Wikivoyage

Wikivoyage ha un articolo su Vicenza.