Vittorio Sgarbi annuncia la candidatura a sindaco di Roma

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

lunedì 28 gennaio 2008

3847 - Vittorio Sgarbi presenta la mostra -Arte ed Omosessualità- - Foto Giovanni Dall'Orto, 9-July-2007.jpg

Il noto critico d'arte e assessore alla cultura del comune di Milano, Vittorio Sgarbi, ha annunciato che si candiderà alle prossime elezioni comunali di Roma, che si terranno nel 2011, e che non vedranno la partecipazione di Walter Veltroni, che ha, con la rielezione, concluso il periodo massimo di due mandati come primo cittadino.

Nell'annuncio della sua candidatura, Sgarbi ha criticato alcune scelte fatte dall'amministrazione Veltroni, con particolare riferimento alla restaurazione della zona dell'Ara Pacis Augustae: "Ci sto pensando sul serio. Roma è stata il luogo della mie battaglie politiche. Veltroni ha distrutto piazza San Cosimato e l'Ara Pacis. Io lo avevo avvertito dello scempio di cui si è reso artefice".

L'esperto d'arte, ha poi detto, dovrebbe presentarsi con una lista-costola della Casa delle Libertà, la coalizione che fa capo al leader dell'opposizione, Silvio Berlusconi: "Le mie liste hanno avuto successo in tutta Italia, è venuta l'ora di un progetto che faccia la sintesi. Il Fronte della libertà sarà una costola interna al Popolo della Libertà, alla resuscitata Cdl. Saremo a fianco a Berlusconi con le nostre idee e le nostre proposte che hanno una visione laica, liberale e libertaria della vita, della politica e dello Stato".

Fonti[modifica]