Volley maschile: Russia campione della Coppa del Mondo

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

domenica 4 dicembre 2011
Si è chiuso il quarto e ultimo round della Coppa del Mondo di pallavolo maschile 2011 svoltasi in Giappone a cui hanno preso parte le nazionali classificatesi ai primi due posti della più recente edizione di ciascun torneo continentale (tranne l'Africa che ha goduto di un solo posto), e a cui si è aggiunto il Giappone in qualità di paese ospitante e due wild card scelte dalla Federazione Internazionale. Alla fine della competizione le prime tre ottengono il pass diretto per le Olimpiadi di Londra 2012, mentre le altre dovranno guadagnarsi la qualificazione passando attraverso i vari mini-tornei continentali.

Alla fine di un'estenuante competizione che prevede la disputa di 11 partite in 15 giorni, la Russia, già sicura della qualificazione con una giornata d'anticipo così come la Polonia, conquista il titolo sconfiggendo 3-2 nell'ultimo incontro proprio i diretti concorrenti polacchi, i quali avrebbero dovuto vincere da tre punti per centrare il successo della manifestazione. La nazionale guidata da Andrea Anastasi centra comunque un eccellente secondo posto. Russia e Polonia non dovranno quindi partecipare al torneo di qualificazione europeo, a cui avevano diritto dopo essersi piazzate rispettivamente al 3° e 4° posto dell'Europeo 2011. Negli altri due incontri del quarto round la Russia aveva vinto agevolmente 3-0 entrambi gli incontri contro Giappone e Iran; indubbiamente più emozionanti gli incontri disputati dai polacchi, protagonisti di un'eccezionale rimonta da 0-2 a 3-2 contro l'Italia e poi sconfitti allo stesso identico modo dal Brasile. Rispettivamente russi e polacchi totalizzano 29 e 26 punti.

Completa il podio occupando l'ultima posizione che qualifica direttamente ai Giochi di Londra 2012 il Brasile, a quota 24 punti così come l'Italia, ma in vantaggio nel quoziente set. Gli azzurri avevano operato il sorpasso sulla nazionale verdeoro alla fine del terzo round, e per mantenerlo con certezza avrebbero dovuto vincere contro Polonia, Giappone e Iran. Visto il livello nettamente inferiore delle due nazionali asiatiche contro cui la vittoria era sulla carta scontata, sarebbe stato sufficiente sconfiggere i polacchi per la nazionale di Mauro Berruto per concludere al 3° posto. Tuttavia, dopo aver vinto piuttosto agevolmente i primi due set, quando la vittoria sembrava in dirittura d'arrivo, i cambi tattici di Anastasi sul sestetto polacco hanno propiziato un netto cambio di rotta nell'andamento dell'incontro, condannando Fei e compagni ad una fatale sconfitta. L'altro incontro che avrebbe potuto cambiare le sorti del terzo posto è stato quello fra Brasile e Polonia. A seguito della vittoria polacca contro l'Italia, gli azzurri dovevano sperare nella sconfitta dei sudamericani, cosa che si stava verificando quando gli uomini di Anastasi si trovavano in vantaggio per 2 set a 0. La Polonia, però, ripete la prestazione contro l'Italia in senso inverso, perdendo l'incontro per 3-2. Gli italiani dovranno ora partecipare al torneo preolimpico europeo, a cui prendono parte 8 nazionali, e che dà un solo posto ai Giochi Olimpici. Gli avversari principali saranno la Bulgaria padrona di casa e la Serbia. Completano il torneo Spagna, Germania, Finlandia, Slovacchia e Slovenia.

Ottiene un ottimo 5° posto Cuba, che si ferma a quota 20 punti dopo aver sconfitto al tie-break la nazionale cinese, aver perso con lo stesso risultato contro gli Stati Uniti ed essere uscita vittoriosa 3-1 nell'ultimo match contro gli egiziani. Dietro ai cubani, a 16 punti si piazzano Stati Uniti e Argentina, con i nordamericani favoriti da un miglior quoziente set.

Conquista bottino pieno la Serbia che vince da tre punti le sue tre partite contro Egitto, Cina e Stati Uniti, scalando una classifica decisamente deficitaria rispetto alle attese, ma non andando oltre l'8° posto finale. Anche i serbi dovranno partecipare quindi al torneo preolimpico europeo in Bulgaria.

Si ferma a 12 punti l'Iran, sconfitto da Brasile, Russia e Italia, seguito dal Giappone a quota 8, anch'esso sconfitto dagli stessi avversari. Chiudono la classifica Cina ed Egitto, rispettivamente con 5 e 3 punti.


Risultati e classifica[modifica]

Di seguito i risultati del terzo round e la classifica provvisoria.

Tokyo - Yoyogi National Gymnasium[modifica]

Data Incontri Risultati Set Punti totali Durata Spettatori
1 2 3 4 5
02-12-11 Iran - Brasile 0 - 3 20:25 18:25 16:25 54 - 75 1h:13 700
02-12-11 Polonia - Italia 3 - 2 17:25 20:25 25:23 25:21 15:12 102 - 106 2h:06 1.500
02-12-11 Giappone - Russia 0 - 3 23:25 16:25 23:25 62 - 75 1h:29 7.700
03-12-11 Iran - Russia 0 - 3 29:31 21:25 18:25 68 - 81 1h:20 1.500
03-12-11 Polonia - Brasile 2 - 3 25:18 25:21 18:25 19:25 12:15 99 - 104 2h:01 5.000
03-12-11 Giappone - Italia 0 - 3 22:25 24:26 22:25 68 - 76 1h:33 11.000
04-12-11 Polonia - Russia 2 - 3 23:25 25:23 22:25 25:17 15:17 110 - 107 2h:01 2.400
04-12-11 Iran - Italia 1 - 3 13:25 17:25 25:20 18:25 73 - 95 1h:27 5.400
04-12-11 Giappone - Brasile 0 - 3 21:25 19:25 22:25 62 - 75 1:36 12.000

Tokyo - Tokyo Metropolitan Gymnasium[modifica]

Data Incontri Risultati Set Punti totali Durata Spettatori
1 2 3 4 5
02-12-11 Serbia - Egitto 3 - 1 25:20 19:25 25:22 28:26 97 - 93 1h:45 310
02-12-11 Cuba - Cina 3 - 2 25:21 18:25 26:28 25:20 15:13 109 - 107 2h:03 450
02-12-11 Argentina - Stati Uniti 2 - 3 29:27 14:25 17:25 25:20 12:15 97 - 112 2h:06 550
03-12-11 Serbia - Cina 3 - 1 24:26 25:18 25:19 25:12 99 - 75 1h:39 450
03-12-11 Argentina - Egitto 3 - 0 25:20 25:21 25:17 75 - 58 1h:11 650
03-12-11 Cuba - Stati Uniti 2 - 3 20:25 25:14 18:25 25:22 11:15 99 - 101 2h:06 850
04-12-11 Cuba - Egitto 3 - 1 26:24 23:25 25:23 25:20 99 - 92 1h:48 500
04-12-11 Argentina - Cina 3 - 0 25:23 31:29 25:18 81 - 70 1h:26 700
04-12-11 Serbia - Stati Uniti 3 - 0 25:23 25:17 25:19 75 - 59 1h:16 900

Classifica[modifica]

Pos Nazione Punti Partite Set Ratio Punti Ratio
Giocate Vinte Perse Vinti Persi Fatti Subiti
1 Flag of Russia.svg Russia 29 11 10 1 30 8 3.750 916 781 1.173
2 Flag of Poland.svg Polonia 26 11 8 3 30 15 2.000 1032 944 1.093
3 Flag of Brazil.svg Brasile 24 11 8 3 29 14 2.071 983 857 1.147
4 Flag of Italy.svg Italia 24 11 8 3 28 15 1.867 1029 925 1.112
5 Flag of Cuba.svg Cuba 20 11 7 4 25 19 1.316 964 964 1.000
6 Flag of the United States.svg Stati Uniti 16 11 6 5 20 19 1.053 884 865 1.022
7 Flag of Argentina.svg Argentina 16 11 5 6 21 21 1.000 929 925 1.004
8 Flag of Serbia.svg Serbia 15 11 5 6 20 23 0.870 928 968 0.959
9 Flag of Iran.svg Iran 12 11 5 6 16 25 0.640 835 925 0.903
10 Flag of Japan.svg Giappone 8 11 2 9 12 28 0.429 874 930 0.940
11 Flag of the People's Republic of China.svg Cina 5 11 1 10 9 30 0.300 779 919 0.848
12 Flag of Egypt.svg Egitto 3 11 1 10 7 30 0.233 755 905 0.834

Verdetti finali[modifica]

Collegamenti esterni[modifica]