Alluvione ad Atrani, ancora dispersa una ragazza

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

sabato 11 settembre 2010

La spiaggia di Atrani a seguito dell'alluvione

A distanza di due giorni dalla violenta alluvione che ha completamente devastato il paesino di Atrani, in Costiera Amalfitana, sommergendolo di fango e detriti, proseguono senza sosta le ricerche da parte della Protezione Civile, dei Carabinieri e dei Vigili del Fuoco per ritrovare Francesca Mansi, 25 anni, laureata in Economia del Turismo, che risulta ancora dispersa. Al momento della tragedia la ragazza si trovava all'interno del bar presso il quale lavorava assieme al proprietario, che si è salvato.

Nella giornata di ieri è giunto sul posto l'assessore alla Protezione civile e ai Lavori pubblici della regione Campania, Edoardo Cosenza, il quale ha effettuato un sopralluogo ed ha indetto per oggi pomeriggio una riunione tecnica per fare il punto della situazione.

Nel frattempo si cerca di rimediare ai danni ingentissimi causati dall'improvvisa piena del torrente Dragone, derivante dalle abbondanti piogge riversatesi nel pomeriggio di giovedì scorso: diverse auto sono state distrutte, trascinate dalla melma, e le scavatrici sono in azione per rimuovere il fango che ha ricoperto le case, le strade, la piazzetta principale del paese e la spiaggia.

Non è la prima volta che Atrani subisce un disastro causato dal maltempo: nel 1987 si ebbe una frana, nel 2007 un'alluvione, mentre all'inizio di quest'anno il distacco di un costone roccioso causò la morte dello chef del ristorante "Zaccaria".

Articoli correlati[modifica]

Fonti[modifica]