Bruxelles: sotto esame le agevolazioni fiscali dell'Italia al Vaticano

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

venerdì 24 settembre 2010
Mancato pagamento dell'Ici, violazione dell'articolo 149, 4º comma, del Testo unico delle imposte sui redditi e sconto del 50% dell'Ires sugli immobili di Chiesa SpA. Sono le accuse che a metà ottobre verranno ufficialmente formalizzate, mosse dalla Commissione Europea all'Italia. Dopo diversi tentativi falliti, a Bruxelles viene portata avanti una "indagine approfondita" sui privilegi che gli immobili, circa 100 000 tra alberghi, ospedali, scuole e altri edifici, del Vaticano hanno avuto nei confronti della concorrenza.

L'indagine è stata portata a Bruxelles dal radicale Maurizio Turco e da Carlo Pontesilli.

Tale privilegio, legiferato in parte negli anni '50 in parte alla fine del terzo governo di Berlusconi alla fine del 2005, comporta un risparmio annuo attorno ai 2 miliardi di euro.

Fonti[modifica]