Discussione:Indulto: anche l'ex poliziotto Ivan Liggi torna a sperare

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

Non pensate che sia NPOV dire che i "giudici non gli hanno creduto"? Come se le sentenze si basassero su dei pareri e non su delle prove, come espressamente richiesto dalla legge italiana.

Questo viene ripetuto anche nel precedente articolo, da l'idea che venga messa in discussione la professionalità della magistratura.

Forse non è scritto al meglio. In questo momento non mi viene in mente come migliorarlo, se a te viene in mente, ben venga un miglioramento.
Quanto al tuo punto sui giudizi nelle sentenze, io ho sempre saputo che contano più le testimonainaze e le impressioni che non i fatti, dove conta di più la bravura dell'arringa dell'avvocato o la sua bravura a trovare che manca un timbro piuttosto che i fatti. Se una persona venisse condannata soltanto quando è stata provata al di là di ogni ragionevole dubbio la sua colpevolezza (come vorrebbe la nostra legge), allora non ci sarebbe affatto bisogno dell'arringa dell'avvocato difensore. E poi su certe cose possono esserci le prove, ma su altre è un po' difficile. Quali prove si possono portare per sapere quale fossero le intenzioni? Purtroppo molte leggi fanno differenza a seconda delle intenzioni (ad esempio nel caso di omicidio si distingue tra colposo, preterintenzionale e premeditato), ma come si fa a provare le intenzioni? Si chiede per caso ad uno psichaitra? (come nel caso, fin troppo famosi, di Cogne?).
I provvedimenti di clemenza, poi, servono proprio per far uscire di prigione chi non merita pienamente di stare in prigione (e questo anche se il processo si è svolto regolarmente e la magistratura ha agito correttamente). Pertanto non mi sembra una messa in discussione della professionalità delal magistratura. Poi ci sarebbe da chiedersi come sia possibile che un processo svolto da professionisti dia esisti non corrispondenti alla realtà, ma questo è un'altro discorso, così come è un'altro discorso il fatto che i provvedimenti di clemenza vengano usati per altri scopi (tipo svuotare le carceri) -- AnyFile 15:02, 11 dic 2006 (CET)