Il governo italiano presenta il Dpef 2007: manovra da 35 miliardi di euro

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

6 luglio 2006
Questa sera il governo italiano ha presentato il proprio progetto per il Dpef relativo al 2007: si prevede una manovra da 35 miliardi di euro, mentre l'inflazione programmata dovrebbe scendere al 1,9%.

In serata, il responsabile del ministero dell'Economia, Tommaso Padoa Schioppa, è salito al Quirinale per illustrare il progetto di manovra al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Le indiscrezioni che trapelano non sembrano però trovare la fiducia dei sindacati: il leader della Cgil, Guglielmo Epifani, afferma che la manovra riguarderebbe il 3% del Pil italiano, con molti tagli a previdenza e sanità. Inoltre il tasso di inflazione sarebbe leggermente troppo basso. Tuttavia, il leader del sindacato ha aggiunto che non ci sono state grandi comunicazioni da parte del ministero, e che si attende di leggere il Dpef per intero per proporre un giudizio adeguato sulla manovra.

Probabilmente domani il varo della manovra.

Secondo le fonti, la manovra correggerà il Pil del 2,5% che si aggiungerà al 0,5% già varato la settimana scorsa, per rientrare entro i parametri del trattato di Maastricht. La manovra interesserà la lotta all'evasione fiscale, che sarà molto più dura che in precedenza, agendo anche sulle rendite finanziarie e sulla tassa di successione. Molto probabile anche l'intervento sull'Irap, che servirà ad abbassare il carico del cuneo fiscale, mentre probabilmente verrà abbassata la prima aliquota Irpef, che con la riforma dello scorso governo e firmata da Giulio Tremonti, era stata portata al 23%. Infine il ministro ha ricordato che probabilmente verranno tagliati i tetti di spesa per gli enti locali, al fine di ottimizzare il servizio ed eliminare gli sprechi.

Articoli correlati[modifica]

Fonti[modifica]