India, attentati a Bombay

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

mercoledì 26 novembre 2008

Posizione di Bombay in India

Alle 22.30 ora locale a Bombay (Mumbai), capitale finanziaria dell'India, è iniziata una serie di attacchi verso cittadini stranieri concentrati principalmente nel quartiere turistico e nella stazione ferroviaria.

Il più grave degli attacchi ha avuto luogo nella sala d'aspetto della stazione: uomini armati hanno sparato e lanciato granate contro la folla. Sono stati presi ostaggi negli hotel Oberoi, Taj Mahal e Trident. Ucciso il Rabbino della sede Lubavitch, insieme alla moglie.

Testimoni riferiscono che i terroristi cercano persone con passaporto britannico o statunitense. Il bilancio provvisorio è di 80 morti e 250 feriti.

Gli attentati sarebbero stati rivendicati dai Deccan Mujahideen, un'organizzazione finora sconosciuta.

Articoli correlati[modifica]

Fonti[modifica]

Wikivoyage

Wikivoyage ha un articolo su India.