Intervento misterioso della Polizia alla periferia di Milano

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

Milano, 2 settembre 2005

È avvenuto un intervento misterioso e stravagante della Polizia di Stato alla periferia di Milano (quartiere Affori).

Una gran parte di un marciapiede era cintata da un nastro bianco e blu, senza che se ne capisse il perché. È stato notato alle ore 15.30 di venerdì 2 settembre 2005.

Tra l'altro costringeva i pedoni a scendere pericolosamente dal marciapiede contromano in una via molto trafficata dalle macchine.

Solo dopo un po' di tempo si vide un poliziotto che, dopo lunghi, goffi e complicati tentativi, cintò un ulteriore pezzettino, tra l'altro rendendo molto disagevole il pasaggio delle persone che in quella zona si dovessero recare alle abitazioni o ai negozi, e quindi suscitando le perplessità e proteste di queste persone, ma il poliziotto le mandò via senza fornire, a quanto abbiamo avuto modo di sentire, alcuna spiegazione.

Ne' d'altronde c'era alcuna spiegazione sull'estemporanea recinzione (tipo: "area sottoposta a sequestro per disposizione della Procura di ...") per cui chi passava di lì poteva pensare che fosse stata messa per caso o per scherzo e passarci sotto comunque. Perciò, dopo che, oltre alla prima volante su cui era giunto quel poliziotto, ne arrivò un'altra, dei poliziotti si misero ai due lati della recinzione, e pertanto divenne più chiaro che non si doveva passare sotto.


Ma restava misterioso il motivo di tale recinzione, di circa 3 metri per 7, comprendente solo nudo marciapiede, delimitata da alberi usati come sostegno per l'improvvisata recinzione.

La cosa più incredibile è che successivamente sono sopraggiunte altre volanti, fino a 5 o 6 (un numero spropositato per una città come Milano dove il 113 ha spesso il grosso problema di non poter inviare volanti perché rispondo che ne hanno troppo poche). Pochi dei poliziotti così giunti si aggiunsero ai loro colleghi ai lati della recinzione, mentre la maggior parte si raggruppò non molto lontano a parlare tra di loro.


Tentativi d'informarsi su cosa stesse succedendo sono stati infruttuosi. Al commissariato di zona (per altro parecchio vicino), contattato telefonicamente, non sapevano neanche che stesse succedendo qualcosa.

Neanche alla Questura di Milano erano più informati, solo dopo alcune ricerche il personale dell'ufficio stampa ha potuto dire che forse, ma forse, c'era in corso un'operazione ma non aveva la minima idea di cosa stesse succedendo.

Alle ore 16:49 non si vedeva più la recinzione né i poliziotti, che erano altrettanto misteriosamente spariti.

Anche altri organi d'informaizone (stampa, radio, agenzie di stampa) non sapevano nulla della vicenda e non hanno potuto fornire dettagli.

La persona che ci ha segnalato la notizia, dopo numerosi tentativi di cercare una spiegazione, non ha potuo far altro che concludere: "il mistero permane".


Fonti[modifica]

Notizia originale
Questo articolo contiene notizie di prima mano comunicate da parte di uno o più contribuenti della comunità di Wikinotizie.

Vedi la pagina di discussione per maggiori informazioni.