La procura di Milano ha chiesto il rinvio a giudizio di Berlusconi

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

26 aprile 2005

Soltanto oggi è stata resa nota la notizia che la Procura di Milano ha chiesto il rinvio a giudizio di Silvio Berlusconi e di altre dodici persone a seguito dell'inchiesta sull'aquisto e la vendita di diritti cinematografici della Mediaset. È invece stata stralciata dal procedimento la posizione dell'egiziano Agrama Farouk.

Da quanto riferisce l'Ansa la richiesta risalirebbe ad alcuni giorni fa, ma è stata resa pubblica soltanto oggi. La notizia arriva pertanto proprio il giorno in cui Silvio Berlusconi si accinge a presentare alla Camera il nuovo governo.

Le accuse all'interno dell'inchiesta sarebbero molteplici. Per molte persone le accuse sono di frode fiscale, falso in bilancio e appropriazione indebita mentre solo per alcuni degli imputati è stato chiesto il rinvio a giudizio per riciclaggio.

Oltre a Silvio Berlusconi la richiesta riguarda, Fedele Confalonieri, presidente di Mediaset, Candia Camaggi, ex responsabile di Fininvest Service di Lugano, Giorgio Vanoni, il banchiere italo-svizzero Paolo Del Bue, e altre persone.

Fonti[modifica]