Microsoft ritira la sua offerta per Yahoo!

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

domenica 4 maggio 2008

Il logo di Yahoo!

Microsoft ha rinunciato all'offerta per l'acquisto del portale Internet Yahoo, perdendo così la possibilità di superare il colosso delle ricerche e della pubblicità on-line, Google.

Il direttore esecutivo della Microsoft Steve Ballmer ha spiegato infatti che l'offerta della società è di 33 dollari per azioni (per un totale di 47,5 miliardi), mentre Yahoo non è disposta a scendere sotto i 37 (cioè 53 miliardi di dollari). L'iniziale offerta dell'azienda di Redmond, presentata in febbraio, era stata di 31 dollari per azione.

Il logo della Microsoft

In una dichiarazione Ballmer ha detto: «Crediamo che la domanda di Yahoo non abbia senso per noi, ed è nell'interesse degli investitori e dei dipendenti della Microsoft rifiutare la proposta».

In una lettera a Jerry Yang, co-fondatore di Yahoo, Ballmer sostiene infatti che il valore reale di ogni azione sia di 29,40 dollari, mentre l'offerta di Yahoo è quasi il doppio del valore delle azioni prima che Microsoft presentasse al sua proposta, ovvero 19,18 dollari.

Gli analisti prevedono che domani, alla riapertura delle contrattazioni del Nasdaq, il titolo potrebbe registrare un crollo intorno al 30%, raggiungendo quota 20 dollari.

Articoli correlati[modifica]

Fonti[modifica]