Mondiali 2006: la Svizzera sconfigge il Togo

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

19 giugno 2006


Vittoria sospirata oggi al Westfalenstadion di Dortmund per la selezione elvetica di Köbi Kuhn, che supera con un punteggio di 2-0 il Togo di Otto Pfister.

Elvetici presenti solo per 20 minuti nel primo tempo[modifica]

Dopo un'entrata in materia incerta (uscita di Zuberbühler dopo pochi minuti e qualche svarione del reparto difensivo), la Svizzera va in goal con Frei dopo soli 16 minuti di gioco. L'attaccante del Rennes mette in rete un tiro-cross di Barnetta, ispirato da un ottimo Ludovic Magnin, facendo gioire i 50'000 compatrioti giunti al Westfalenstadion per questa seconda partita del mondiale. Il punto di Frei lascia ben presagire, ma, al contrario, i ritmi della formazione rossocrociata calano decisamente, lasciando ampi spazi alla manovra dell'undici togolese, che però non concretizza. Da segnalare un calcio di rigore non assegnato dal direttore di gara per un fallo netto di Patrick Müller su Emmanuel Adebayor. Finisce così il primo tempo.

Yakin dà tono alla Svizzera e Barnetta chiude con un gran goal dal limite[modifica]

Nel secondo tempo Kuhn manda in campo Hakan Yakin, che sostituisce un deludente Gygax. La differenza si nota da subito: un gioco molto più offensivo da parte svizzera, che produce diverse occasioni da goal sia per Yakin che per Frei, che però non riescono ad insaccare. Poi di nuovo uno scemare degli elvetici e un conseguente crescendo degli africani, che fabbricano buon gioco ma non riescono mai a impensierire l'estremo difensore avversario. I rossocrociati si fanno notare saltuariamente, ad esempio con uno stupendo tiro di Barnetta che lambisce l'asta della porta difesa da Agassa.
All'87' entra in campo Mauro Lustrinelli, ticinese alla sua prima presenza in una partita ufficiale della nazionale, che poco dopo fornisce a Tranquillo Barnetta l'assist per il decisivo 2-0. Un tiro al volo dal limite dell'area da parte del centrocampista del Bayer Leverkusen che mette in mostra le sue migliori abilità balistiche, lasciando poco scampo ad Agassa.

La classifica[modifica]

Con questa fondamentale vittoria, la Svizzera si porta a 4 punti nella classifica del girone E, prendendo il comando a scapito della Corea del Sud, che dal canto suo ieri ha pareggiato con la Francia per 1-1, mentre il Togo rimane a quota 0 ed è dunque matematicamente eliminato dalla competizione. La classifica assume così questa forma:

Girone G
Nazione P.ti V N P GF GS
Flag of Switzerland.svg Svizzera 4 1 1 0 2 0
Flag of South Korea.svg Corea del Sud 4 1 1 0 3 2
Flag of France.svg Francia 2 0 2 0 1 1
Flag of Togo.svg Togo 0 0 0 2 1 4

Scenario futuro[modifica]

Svizzera[modifica]

Alla Svizzera basta un pareggio con la Corea del Sud nella partita del 23 giugno prossimo per passare al turno successivo. In caso di sconfitta, gli elvetici passano il turno se i francesi perdono o pareggiano contro il Togo, nella partita che si gioca in contemporanea.

Corea del Sud[modifica]

Alla Corea del Sud basta un pareggio, nel caso in cui la Francia vincesse per 1-0 contro il Togo. Per tutti gli altri risultati vincenti dei Coques, gli asiatici sarebbero eliminati. Se invece la partita con la Svizzera finisse con una vittoria, i coreani passerebbero il turno in ogni caso.

Francia[modifica]

La Francia è costretta a vincere se vuole passare il turno. Un punteggio di 1-0 non sarebbe sufficiente nel caso in cui l'altra partita finisse in parità. Con qualsiasi altro risultato vincente i transalpini passano agli ottavi.

Togo[modifica]

Come detto, la formazione africana è purtroppo già fuori dai giochi, avendo perso entrambe le partite giocate.


Ricerca originale
Questo articolo (o parte di esso) si basa su informazioni frutto di ricerche o indagini condotte da parte di uno o più contributori della comunità di Wikinotizie.

Vedi la pagina di discussione per maggiori informazioni.