Movimento 5 Stelle richiede impeachment per Napolitano

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

venerdi 31 gennaio 2014

Il Movimento 5 Stelle ha presentato ieri mattina, in entrambi i rami del Parlamento, la richiesta per la messa in stato d'accusa per il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. L'annuncio è arrivato dal capogruppo dei 5Stelle al Senato Vincenzo Santangelo che ha trasmesso l'atto ai presidenti del Senato Pietro Grasso e della Camera Laura Boldrini.

Nel testo dell'impeachment per "Attentato alla Costituzione", il M5S rivolge sei accuse principali al Presidente Napolitano:

  1. Espropriazione della funzione legislativa del Parlamento e abuso della decretazione d'urgenza
  2. Riforma della Costituzione e del sistema elettorale
  3. Mancato esercizio del potere di rinvio presidenziale
  4. Seconda elezione del presidente della Repubblica
  5. Improprio esercizio del potere di grazia
  6. Rapporto con la magistratura: processo Stato-mafia

In seguito alla richiesta di impeachment, una decina di parlamentari pentastellati, tra cui Luis Alberto Orellana e Lorenzo Battista, si sono dissociati.

Reazioni politiche di solidarietà bipartisan a Giorgio Napolitano. Il PD, per bocca del proprio capogruppo alla Camera, definisce "atto scellerato" la messa in stato d'accusa e "si adopererà in ogni modo per difendere lo stato democratico". Parole di solidarietà al presidente della Repubblica sono arrivate anche da SEL, NCD e FI. Anche i presidenti di Camera e Senato, Boldrini e Grasso, hanno espresso la propria vicinanza a Napolitano.

Articoli correlati[modifica]

Fonti[modifica]