Ostellato: muore un altro puledro nell'ex maneggio

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

venerdì 23 novembre 2018

Cavallo della razza Camargue in libertà nella sua regione d'origine

Nonostante gli appelli lanciati dalle associazioni, sono tre i cavalli morti a novembre nell'ex maneggio di Ostellato nel ferrarese: due erano deceduti appena due settimane fa, mentre un puledro è morto alcuni giorni addietro. Anche il veterinario Maini, che aveva controllato la salute degli animali a metà novembre, sapeva che il puledro era ammalato.

I cavalli, quasi tutti della razza camargue, erano 28 e molti provenivano da un maneggio fallito e venduto a un nuovo proprietario, che però non se ne occupa da diversi anni.

Roberta Ravello di Horse Angels, una delle associazioni che si è prestata per l'assistenza dei cavalli, mette sotto accusa le istituzioni poichè non si sono assunte la responsabilità di decidere in merito a questi cavalli lasciati a se stessi, anche se ne erano informate della situazione fin dal mese di ottobre. Sono state pure avanzate delle soluzioni che non sono state nemmeno prese in considerazione.

I veterinari dell’Ats di Ferrara esamineranno la carcassa del puledro per capire le cause della morte. Horse Angels aveva già presentato una denuncia per abbandono e maltrattamenti di animali presso la Procura di Ferrara, e spera ancora che si apra un fascicolo su questo caso.

Andrea Marchi, sindaco di Ostellato, si dichiara disponibile a emettere un’ordinanza di affidamento, come avviene per i cani randagi, che possono essere dati alle associazioni o privati. Questo nonostante ci siano problemi, in quanto gli animali in parte sono microchippati, in parte no; si augura che le associazioni collaborino per la soluzione di tali problematiche. Ma in attesa che la burocrazia si muova, i cavalli muoiono.

Articoli correlati[modifica]

Fonti[modifica]