Palio di Asti 2007: vince il Rione San Secondo

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

Asti, 16 settembre 2007

Cronaca del Palio di Asti edizione 2007

Questa è la cronaca del Palio di Asti corso in Piazza Vittorio Alfieri domenica 16 settembre 2007

Prima batteria: riscossa sanpaolina, sofferenza rosazzurra[modifica]

Questo l'ordine di ingresso al canapo:

La mossa della prima batteria va per le lunghe, con venti minuti di attesa e tre chiamate fuori dai canapi. I rivali San Silvestro e Santa Maria Nuova sono affiancati nell'allineamento, e il fantino oro-argento, Leòn, non risparmia certo le nerbate ai danni dell'avversario. Alla fine si parte: Baldichieri rimane fermo al canapo e parte in netto ritardo, San Paolo, con il fantino Pampero in cerca di rivincite, parte subito in testa seguito da San Secondo, subito dietro San Lazzaro e Santa Maria Nuova ingaggiano un duello che dura per tutta la batteria. Dietro, San Silvestro e Viatosto rincorrono inutilmente e sono costretti ad un ruolo di semplici comparse. L'unico sussulto arriva a fine batteria, quando Santa Maria Nuova strappa sul filo di lana la qualificazione in finale. Questo dunque l'ordine d'arrivo ufficiale della prima batteria:

Piazzamento Rione, Borgo, Comune Fantino Cavallo
Rione San Paolo Martin Ballesteros (Pampero) Melodia (Palla Avvelenata)
Rione San Secondo Giovanni Atzeni (Tittìa) Blue Girl (Impera)
Borgo Santa Maria Nuova Maurizio Farnetani (Bucefalo) Un Altro Ancora
4° Eliminato Borgo San Lazzaro Alessio Migheli (Silente) Domizia
5° Eliminato Rione San Silvestro Salvatore Blanco (Leòn) No Smoking
6° Eliminato Borgo Viatosto Simone Mereu Magico Jack
7° Eliminato Comune di Baldichieri Alessandro Chiti (Voragine) Lord Wellington

Seconda batteria: occhio alla...mossa[modifica]

Questo l'ordine d'ingresso al canapo:

A differenza della prima batteria, la mossa è molto rapida, anche se imperfetta, con alcuni cavalli parzialmente girati: al via San Martino e Cattedrale escono nell'ordine dal canapo e vanno al comando. Castell'Alfero parte male, viene subito chiuso da Nizza e Moncalvo ed è costretto ad una difficile rincorsa. Al primo Cavallone cadono Nizza e Montechiaro, fortunatamente senza conseguenze per nessuno. Santa Caterina rimane in coda, Castell'Alfero arranca e tenta fino all'ultimo di agguantare il terzo posto ai danni di Cattedrale, senza però riuscirci. Passano quindi in finale San Martino San Rocco, Moncalvo e Cattedrale.

Questo dunque l'ordine d'arrivo ufficiale della seconda batteria:

Piazzamento Rione, Borgo, Comune Fantino Cavallo
Rione San Martino San Rocco Massimo Coghe (Massimino II) Millennium Bug
Comune di Moncalvo Dino Pes (Velluto) Damerini
Rione Cattedrale Walter Pusceddu (Bighino) Arbiter
4° Eliminato Comune di Castell'Alfero Gianluca Fais (Vittorio) Metacomet (Questo)
5° Eliminato Rione Santa Caterina Donato Calvaccio (Il Musico) My Lady
Non arrivato Comune di Montechiaro Massimo Columbu (Veleno II) Asolo (scosso)
Non arrivato Comune di Nizza Monferrato Paride de Mauro Giulio Cesare (scosso)

Terza batteria: corsa ad eliminazione[modifica]

Questo l'ordine d'ingresso al canapo:

Non facile la mossa di questa batteria, con due false partenze. Quando si parte San Pietro prende il comando, seguito da San Damiano. Al primo giro, la famigerata curva del Cavallone miete altre vittime: Canelli cade, Tanaro non riesce ad evitarlo e finisce a terra a sua volta. Nessuna conseguenza per cavalli e fantini, ma il Palio di Canelli e del favorito Tanaro finisce qui. Intanto San Pietro inizia a mostrare segni di cedimento, viene progressivamente risucchiato nel gruppo e all'ultimo Cavallone anche l'accoppiata rossoverde scivola a terra, nel tentativo di resistere alla rimonta degli avversari. Intanto Torretta cerca disperatamente un varco per salire in terza posizione, ma senza riuscirci. Accedono in finale Don Bosco, San Damiano e San Marzanotto.

Questo dunque l'ordine d'arrivo ufficiale della terza batteria:

Piazzamento Rione, Borgo, Comune Fantino Cavallo
Borgo Don Bosco Massimo Donatini (Stoppa) Razmataz
Comune di San Damiano Mario Canu (Clemente) Valsi
Borgo San Marzanotto Claudio Bandini (Batticuore) Titi
4° Eliminato Borgo Torretta Alessio Pollioni Mazda
Non arrivato Borgo San Pietro Alberto Ricceri (Salasso) Suprema (scosso)
Non arrivato Comune di Canelli Silvano Mulas Il Pizzaiolo (scosso)
Non arrivato Borgo Tanaro Trincere Torrazzo Andrea Mari (Brio) Sara Jane (La Nera) (scosso)

Finale: del solo cavallo sta la vittoria...[modifica]

Il prologo della finale è amaro per San Damiano: il cavallo Valsi viene infatti escluso in via precauzionale dalla corsa per una lieve aritmìa cardiaca. Si ha quindi, per il terzo anno consecutivo, una finale a otto concorrenti. La mossa della finale non è delle più facili, con Bucefalo che cerca in tutti i modi, senza riuscirci, di partire di rincorsa. Quando il canapo si abbassa, Santa Maria Nuova parte malissimo e si ritrova subito tagliata fuori dalla lotta per la vittoria. In testa vanno San Martino San Rocco, San Secondo e Cattedrale, seguiti da vicino da San Paolo. Al primo Cavallone cade il fantino di San Secondo, rallentando anche l'accoppiata di San Paolo che si ritrova sulla traiettoria e perde terreno. Al secondo giro alla curva del Cavallone cade Don Bosco, che si trovava in quarta posizione e, paradossalmente, questo episodio è la svolta della corsa. Il cavallo dei gialloblù, Razmataz, scaricato il fantino Stoppa, staziona pericolosamente in piena curva e ad un certo punto inizia anche a procedere in senso contrario. All'inizio dell'ultimo giro il Palio sembra essere una questione tra San Martino San Rocco e Cattedrale, ma all'ingresso dell'ultimo Cavallone accade l'imponderabile: i concorrenti si ritrovano davanti Razmataz e sono costretti a rallentare per evitarla. San Martino San Rocco, che sembrava aver ormai in pugno la vittoria, è costretto quasi a fermarsi per trovare un varco tra il cavallo di Don Bosco che gli si para davanti e lo steccato, Cattedrale rimane bloccata e finisce in ultima posizione, mentre nelle retrovie cade San Marzanotto. In questa circostanza, dalle posizioni esterne spunta Impera, la cavalla scossa di San Secondo che, dopo la caduta del fantino Tittìa al primo giro, aveva continuato a correre insieme agli altri in terza posizione. All'uscita dal Cavallone la situazione in testa è stravolta: Impera prosegue libera la sua corsa e sull'abbrivio riacciuffa San Martino San Rocco. San Martino San Rocco e San Secondo percorrono appaiati tutto il rettilineo successivo, all'ultima curva Impera stringe Millennium Bug contro la staccionata interna, lo supera di prepotenza e va a vincere indisturbata. Per la quarta volta in epoca moderna è un cavallo scosso a vincere il Palio di Asti, mentre per San Secondo si tratta del terzo successo "moderno" dopo quelli del 1982 e del Giubileo del 2000. Questo dunque l'ordine d'arrivo ufficiale del Palio di Asti 2007:

Piazzamento Rione, Borgo, Comune Fantino Cavallo Premio
Rione San Secondo Giovanni Atzeni (Tittìa) Blue Girl (Impera) (scosso) Il Palio
Rione San Martino San Rocco Massimo Coghe (Massimino II) Millennium Bug La borsa di monete
Rione San Paolo Martin Ballesteros (Pampero) Melodia (Palla Avvelenata) Gli speroni
Comune di Moncalvo Dino Pes (Velluto) Damerini Il gallo vivo
Borgo Santa Maria Nuova Maurizio Farnetani (Bucefalo) Un Altro Ancora La coccarda
Borgo San Marzanotto Claudio Bandini (Batticuore) Titi(scosso)
Rione Cattedrale Walter Pusceddu (Bighino) Arbiter L'acciuga con l'insalata
Non arrivato Borgo Don Bosco Massimo Donatini (Stoppa) Razmataz(scosso)
Non partito Comune di San Damiano Mario Canu (Clemente) Valsi
Notizia originale
Questo articolo contiene notizie di prima mano comunicate da parte di uno o più contribuenti della comunità di Wikinotizie.

Vedi la pagina di discussione per maggiori informazioni.