Poste Italiane: arriva il bonus share per gli azionisti

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto

sabato 7 gennaio 2017
Poste Italiane comunica che agli azionisti che hanno tenuto senza soluzione di continuità le azioni di Poste Italiane SpA per 12 mesi dall'OPA (27 ottobre 2015) e che sono rimaste collocate in uno dei collocatori di azioni della Monte Titoli SpA (tra cui la stessa Poste) saranno assegnate gratuitamente delle azioni date dall'azionista di maggioranza il Ministero dell'Economia e delle Finanze secondo i seguenti criteri:

  • 1 azione ordinaria ogni 50 azioni ordinarie possedute per il pubblico indistinto;
  • 1 azione ordinaria ogni 10 azioni ordinarie per i primi due lotti per i dipendenti (1 lotto per dipendenti è di 50 azioni a differenza di quelli per pubblico indistinto in cui un lotto al minimo era di 500 azioni).

Con questa operazione il capitale azionario non in possesso dello Stato Italiano di Poste Italiane S.p.A. è passato al 37%.

Il capitale sociale di Poste Italiane invece rimane lo stesso e ammonta a 1.306.110.000 euro suddiviso in n. 1.306.110.000 azioni ordinarie.

Fonti[modifica]