Primarie USA 2008: Obama vince nelle Hawaii e nel Wisconsin

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

Mercoledì 20 febbraio 2008


Ancora vittorie per Barack Obama. La CNN ha stimato che alle Hawaii il leader afroamericano abbia ottenuto addirittura il 76% dei voti contro il 24% di Hillary Clinton. La vittoria si aggiunge anche a quella del Wisconsin (58% contro 41%) ed è la decima che Obama riporta nelle primarie del Partito Democratico statunitense. Ora per la Clinton restano essenzialmente il Texas e l'Ohio, dove sono disponibili 334 delegati. Ma solo in Wisconsin Obama ha ottenuto 94 delegati.

A Houston Obama ha anche fatto un discorso in cui ha duramente risposto a Clinton e al candidato repubblicano John McCain, che lo hanno criticato per i suoi discorsi «solo belle parole». Obama ha fatto il suo discorso in diretta TV sui principali canali televisivi e di fronte a 20 000 persone. In 45 minuti ha espresso il suo pensiero anche rispetto alle suddette critiche: «Il cambiamento non si ottiene con i discorsi, non si ottiene solo con le buone idee, perché le buone idee muoiono quando arrivano a Washington».

Obama ha vinto anche una singolare 'competizione' delle dirette: mentre la Clinton parlava in Ohio davanti ai suoi sostenitori, è stata 'sfumata' per dare la parola al suo rivale che annunciava la vittoria in Wisconsin. Bob Woodeward ha definito il discorso della Clinton 'vuoto' e privo di sostanza, se comparato a quello di Obama. Ma ha anche detto che il miglior oratore della notte di annunci è stato McCain, che nel fronte dei repubblicani è il favorito. Per il 4 marzo sono attese le primarie in Ohio e Texas, forse l'ultima spiaggia per la Clinton che già adesso ha 130 delegati meno di Obama.

Fonti[modifica]