Pugilato: Strappo alla cuffia dei rotatori per Pacquiao

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

mercoledì 6 maggio 2015

Manny Pacquiao scolpito dallo scultore filippino Fred Baldemor.

Il pugile filippino Manny Pacquiao dovrà operarsi alla spalla in seguito ad una ricaduta di Strappo muscolare alla cuffia dei rotatori, dopo avere disputato l'incontro del 2 maggio per il titolo mondiale dei welter, poi perso ai punti, contro Floyd Mayweather Jr.. Il pugile soffriva di problemi alla spalla già da diverso tempo. Lo strappo muscolare è attestato da una risonanza magnetica. Si prevede un fermo riabilitativo di dodici mesi o poco meno. Manny ha dichiarato: Avevo l'uso del pugno destro limitato al 60%. Il suo allenatore Freddie Roach: È stata una sfida molto dura, avremmo potuto fare meglio, ma non siamo stati consistenti come potevamo, per il problema alla spalla.

Pacquiao rischia un provvedimento disciplinare ed un'imputazione per truffa[modifica]

Ma i suoi guai non finiscono qui; infatti oltre all'operazione potrebbe subire un provvedimento disciplinare da parte della Commissione medica sportiva del Nevada per false dichiarazioni. Sembra infatti che, sebbene dolorante in allenamento già da marzo, abbia voluto disputare egualmente il match, richiedendo alla Commissione l'uso di un antiinfiammatorio poche ore prima della gara; il quale gli fu negato, per poi lamentarsene in seguito alla sconfitta. La Commissione, la quale è preposta ad autorizzare gli atleti al combattimento, avrebbe respinto la richiesta a causa dello scarso preavviso, ed in base ai questionari medici regolamentari depositati, sui quali non ci sarebbe cenno di problemi alla spalla destra. A loro difesa i tecnici di Pacquiao sostengono che il loro assistito stava già usando periodicamente antiinfiammatori autorizzati dall'agenzia antidoping statunitense Usada.

Tuttavia l'agenzia stessa sostiene che a loro non risulta alcuna autorizzazione, e che i contatti si siano limitati ad un paio di telefonate informative per conoscere quali farmaci non fossero proibiti. Il presidente dell'Usada Francisco Aguilar riferisce che: Mi è stata richiesta l'autorizzazione per l'uso del Toradol, un antiinfiammatorio, alle 18.30 col match alle 20. L'avessero fatto al peso del giorno prima, sarebbe stato diverso. Noi non avevamo nessuna comunicazione precedente di un infortunio in atto e per onestà nei confronti di Mayweather, non abbiamo potuto acconsentire. Il nostro compito è quello di proteggere la salute e la sicurezza degli atleti. Noi ci aspettiamo che loro siano onesti e sinceri. Ora ci riuniremo e discuteremo dei fatti.

Si presenterebbe pertanto un caso di errata compilazione consapevole del modulo. Il caso sarà vagliato dal Procuratore generale dello Stato; Pacquiao rischia una sospensione della licenza di combattimento oppure una multa.

Non finisce qui: il modulo sembra essere stato firmato dal suo agente rappresentante legale Michael Koncz. Se così fosse il pubblico potrebbe espedire una class action contro Pacquiao per truffa. Effettivamente due residenti di Las Vegas l'hanno intentata richiedendo 5 milioni di dollari di risarcimento. Michael Koncz ha già messo le mani avanti sostenendo di avere commesso un errore nel leggere e nello scrivere.

Una possibile rivincita[modifica]

Saputa la notizia, il suo avversario Floyd Mayweather si è dichiarato, ad Espn, pronto a combatterlo nuovamente: Manny era infortunato a una spalla? Dovrà essere operato? La mia intenzione è incontrarlo d nuovo. Combatterò contro di lui entro un anno dalla sua operazione alla spalla. Floyd a mesi sarà libero dai suoi impegni di esclusiva con Showtime, e potrebbe decidere di sfidare chiunque. Tuttavia pochi giorni prima, nella conferenza stampa post-incontro, aveva dichiarato di non essere intenzionato a dare a Pacquaio la rivincita.

Artroscopia riuscita e polemiche[modifica]

L'intervento di artroscopia è stato poi eseguito dal dottor chirurgo Neal ElAttrache, famoso per avere già operato atleti del livello di Kobe Bryant e Zack Greinke, che si dice soddisfatto del risultato.

Chi invece non è soddisfatto è Mayweather, che adesso annuncia di avere cambiato ancora idea nei confronti di Pacquiao, negandogli la possibilità di una rivincita. Alla emittente Showtime, con la quale ha un contratto in esclusiva fino a settembre, in una intervista che sarà trasmessa per intero soltanto sabato 9, ha dichiarato che Pacquiao: è un perdente e un codardo. Floyd è indispettito dalle dichiarazioni di Pacquiao e della sua squadra, che incolpano la lesione per la prestazione al di sotto delle aspettative, dal terzo round in poi: Scuse, scuse, scuse, è stato veloce, la mano sinistra è stata veloce, la destra è stata veloce, ha lanciato i pugni con entrambe le mani con forza e velocità. Pertanto non intende concedere la rivincita: Ho cambiato idea. In questo momento non voglio, perché è un perdente e un vigliacco. Se perdi, devi accettarlo e dire «Mayweather, sei stato il migliore». Ha perso, sa che ha perso, ha perso il rispetto che avevo per lui dopo tutto questo.

Notizie correlate[modifica]

Fonti[modifica]