Speciale Elezioni politiche italiane 2008/Modalità di voto

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

L'appuntamento ai seggi è per domenica 13 aprile 2008. Le urne rimarranno aperte dalle 8 alle 22. Si potrà votare anche lunedì 14 aprile 2008, dalle 7 alle 15. Coloro che si troveranno in fila davanti al proprio seggio al momento della chiusura, dunque alle 22 di domenica e alle 15 di lunedì, avranno comunque diritto di partecipare al voto.

Il seggio in cui recarsi è indicato nella tessera elettorale.

Per la Camera possono votare tutti i cittadini che abbiano compiuto il 18° anno di età e godano del diritto all'elettorato attivo. Per il Senato, invece, è necessario aver compiuto 25 anni. La legge esclude esplicitamente dal voto coloro che siano sottoposti, con provvedimento definitivo, a misure di prevenzione personali (quali la sorveglianza speciale; il divieto di soggiorno, di residenza o di dimora; l'obbligo di soggiorno in altro Comune; ...) o a misure di sicurezza (ricovero in casa di cura o di custodia; ricovero in ospedale psichiatrico giudiziario; restrizione in riformatorio giudiziario; ...). Non possono votare, inoltre, quanti siano stati condannati all'interdizione dai pubblici uffici.

Per poter esercitare il proprio diritto al voto, l'elettore deve avere con sé, al momento della presentazione al seggio, un documento di identità rilasciato da una pubblica amministrazione e munito di fotografia. Il documento esibito può anche essere scaduto purché risulti regolare sotto ogni altro profilo e consenta di identificare con precisione l'elettore. L'elettore, inoltre, deve presentare anche la propria tessera elettorale, ovvero il documento che - dal 2001 - ha sostituito il certificato elettorale. Coloro che non avessero ricevuto la tessera elettorale o l'avessero smarrita possono richiederne un duplicato all'Ufficio elettorale del proprio Comune, che resterà aperto per tutta la durata delle operazioni di voto.

Le schede[modifica]

L'elettore riceve due schede.

Una è di colore rosa e va utilizzata per l'elezione della Camera dei deputati:

Camera06.png

L'altra è di colore giallo e va utilizzata per l'elezione del Senato della Repubblica:

Senato06.png

La seconda scheda è consegnata solo agli elettori che, alla data del 13 aprile 2008, avranno già compiuto 25 anni. Sulle schede compaiono i simboli delle liste, che possono essere tra loro collegate.

Il voto[modifica]

L'elettore deve barrare il rettangolo che contiene il simbolo della lista prescelta, utilizzando la matita copiativa consegnatagli dai componenti dell'Ufficio elettorale di Sezione, all'interno del seggio. Ogni altro segno tracciato (compreso il nome del candidato prescelto) su due o più simboli ovvero l'apposizione di altri segni che consentano l'identificazione dell'elettore rendono la scheda nulla.

Non è possibile indicare il voto di preferenza ad un singolo candidato. Tale possibilità è concessa ai soli elettori della Valle d'Aosta per l'elezione della Camera e della Valle d'Aosta e del Trentino-Alto Adige per l'elezione del Senato.

Fonti[modifica]