Terza fumata nera per il Quirinale

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

9 maggio 2006

Flag of the President of Italy.svg

Segui lo speciale Quirinale 2006
su Wikinews!

Non essendo stata raggiunta la quota di due terzi nella seconda votazione per l'elezione del presidente della Repubblica si è proceduto ad una terza votazione, il cui risultato è stato annunciato dallo scrutatore e Presidente della Camera Fausto Bertinotti.

Terza fumata nera[modifica]

Fumata nera anche nella terza votazione del Parlamento, integrato dai rappresentanti delle regioni, per eleggere il presidente della Repubblica.
Nessuno ha raggiunto il quorum dei 2/3 (673 voti). L'Unione e la Cdl hanno votato scheda bianca (770 voti). Al quarto scrutinio (domani alle 9,30) basterà la maggioranza assoluta. Prodi conferma che domani l'Unione voterà per Giorgio Napolitano, mentre rigrazia D'Alema: ha portato un contributo decisivo alla conclusione a cui ci avviciniamo. Intanto nella CDL insorgono ulteriori spaccature: la Lega Nord si dimostra contraria all'elezione di Napolitano, mentre l'UDC afferma che il candidato dell'Unione sia la persona più adatta a ricoprire la carica.

Fonti[modifica]