Val Camonica: la SS 42 è una «farsa di rinvii»

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

domenica 28 settembre 2008

Uscita obbligatoria della SS 42 a Nadro
Cartello di contestazione all'ingresso di Cedegolo, 13 settembre 2008

Delusione dei sindaci interessati dalla ripresa dei lavori sulla Strada Stalate 42 del Tonale e della Mendola che attraversa la Val Camonica a causa di due cattive notizie: in primo luogo è stato rinviato dall'ANAS al 15 ottobre l’approvazione del progetto esecutivo per il quarto, quinto e sesto lotto, dall'altra l'arresto del titolare dell’impresa Collini incaricata di realizzare i lavori.

Il sindaco di Cedegolo Pierluigi Mottinelli: «La farsa dei continui rinvii non finisce, e io ho scritto ancora una volta al compartimento ANAS di Milano perché non possiamo certo arrenderci: la credibilità delle amministrazioni comunali consiste anche nell’onorare gli impegni presi coi concittadini» e «la superstrada alternativa agli abitati di Capo di Ponte, Sellero, Cedegolo e Berzo Demo è indispensabile per la vocazione turistica della media e dell’alta valle, e un intervento improcrastinabile per le comunità collassate dal traffico. Chiediamo quindi che il presidente della Giunta e l’assessore ai Lavori pubblici si adoperino nei confronti dell’ANAS perché la ripresa dei lavori avvenga al più presto».

Articoli correlati[modifica]

Fonti[modifica]