Val Camonica: recuperato l'antico vessillo

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

mercoledì 31 dicembre 2008


Flag of Val Camonica.png

Venerdì 19 dicembre 2008 l'associazione culturale «El Teler» ha regalato alla Comunità Montana l'antico vessillo della Valle Camonica, ricostruito a seguito di un lavoro di ricerca e studio. Eccone la descrizione aradica:

D'azzurro, al cervo d'argento, accasciato sopra un ristretto erboso sovrastato da un'aquila al naturale con le ali spiegate e afferrante con gli artigli il cervo.

Lino Balotti, presidente dell'associazione «El Teler»: «Con i suoi colori e simboli antichi la bandiera valligiana può rappresentare un importante ed elegante segno di distinzione e di arredo urbano e di una tradizione unica. Seguendo questa indicazione, le bandiere locali sono spesso esposte nei più importanti centri turistici, ad esempio delle vallate trentine, dell'Engadina e del Tirolo. Queste ultime, pur avendo diversi emblemi, non possono certo competere con l'antica storia del vessillo camuno».

Secondo gli studi le origini della bandiera risalgono già all'alto Medioevo, sebbene la prima attestazione dello stemma risalga però al 1402, quando venne citata dal cronista milanese Arisio tra l'elenco dei numerosi stemmi del corteo funebre del duca di Milano Giangaleazzo Visconti.

Fonti[modifica]

  • Giuliana Mossoni «Si rivede sventolare l’antico vessillo camuno»Giornale di Brescia, 21 dicembre 2008

Collegamenti esterni[modifica]