Wikinotizie:Bar/Titoli degli articoli, opinioni personali e NPOV

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

Titoli degli articoli, opinioni personali e NPOV

Ciao, oramai siamo arrivati a 1.600 articoli e sarebbe il caso di iniziare a trovare una serie di consuetudini comuni ("regole") per la redazione degli articoli. Le consuetudini già presenti che mi vengono in mente ora sono:

  • utilizzo del formato wiki
  • pubblicazione delle fonti
  • utilizzo dei template per pubblicare un articolo o inserirlo nei Lavori in corso

altre andrebbero migliorate nel tempo:

  • NPOV: non tutti gli articoli sono veramente NPOV e non viene attuato un vero controllo a livello generale, cosa che potrebbe portare discredito al progetto
  • categorie: gli articoli sono inseriti in alcune categorie in modo non omogeneo e senza controllo generale rendendo difficile la ricerca degli articoli stessi

Nelle sezioni qui di seguito ho elencato consuetudini da trovare a costrasto di possibili problemi. Cosa ne pensate? siete d'accordo o no e avete idee in proposito? :-) --Trek00 18:50, 22 Apr 2006 (CEST)

nomenclatura degli articoli

il titolo deve esser sintetico ma espressivo e possibilmente univoco, in pratica dovrebbe descrivere: chi, cosa, dove, quando; sarebbe utile per facilitare la ricerca degli articoli, per evitare conflitti tra titoli (dato che fatti simili possono avenire più volte nel tempo) e per conoscere subito di cosa tratta l'articolo; questo rende però in parte difficile l'utilizzo di titoli simili a quelli di un quotidiano (tipo Domani iniziano le scuole o Scoperto un nuovo pianeta dovrebbero diventare Inizia l'anno scolastico italiano 2006 e Scoperto il pianeta XYZ-555)

Premetto che apprezzo molto questo tentativo di fare ordine: è l'unico modo per muoverci in un'unica direzione --Wappi76 20:55, 22 Apr 2006 (CEST)
+1 assolutamente d'accordo con la proposta. Concentrerei comunque l'attenzione su chi, cosa e dove (lasciando perdere il quando, postulando che esso sia sempre uguale ad oggi!); il dove lo aggiungerei solo negli articoli di cronaca --Wappi76 20:55, 22 Apr 2006 (CEST)
Il quando però non penso sia da lasciare perdere, dato che gli articoli come Trasmesso messaggio audio di Bin Laden e Bin Laden: nuovo messaggio audio o Oggi eclisse di sole visibile dal Mediterraneo possono ripetersi nel tempo. L'idea sarebbe di trovare qualcosa di unico nella notizia che non si possa ripetere nel tempo, tipo il motivo principale del messaggio di bin laden o la minaccia se specifica. Per l'eclisse si potrebbe dire da dove parte a dove arriva, o qualche peculiarità speciale dell'evento. Se non si può o il titolo diventa illeggibile, si può aggiungere la data tipo Messaggio di Bin Laden aprile 2006 o secondo messaggio di Bin Laden del 2006. Mi sembra che sia più o meno la politica adottata da wikinews in inglese nelle sue linee guida (forse sarebbe il caso di tradurle...) --Trek00 22:14, 23 Apr 2006 (CEST)
Premetto che potrei dire delle eresie, sto ancora cercando di capire le linee guida di fondo: perché non includere già nel titolo la data, magari all'inizio? Questo impedirebbe conflitti di titoli, e lascerebbe molta più libertà nella scelta del titolo vero e proprio; ad esempio 29 febbraio 2029: Il gatto della zia Pina è ammalato, lutto a Trecase. Voi direte: il titolo con la data fa schifo! Ma basterebbe linkarlo nella prima pagina e nei portali tramite un Il gatto della zia Pina è ammalato, lutto a Trecase risolvendo lo schifo estetico. Forse questo potrebbe permettere una semplificazione della categorizzazione per data, inoltre. Niente pomodori, grazie :-) --piero tasso 16:12, 28 Apr 2006 (CEST)
Purtroppo le DPL sono quelle che sono, e non ci permettono (ancora) di cambiare i nomi per la pubblicazione. Inserire la data nel titolo appesantirebbe il tutto, e sarebbe inutile. (Io credo che le cose, così come sono, non siano affatto male: oltretutto le altre wikinews e i giornali e le agenzie di stampa, si preoccupano di mettere on line le notizie allo stesso modo di come facciamo noi: perché, dunque, complicarci la vita? La strada migliore è cercare titoli appropriati, come gli esempi citati da Trek nel primo post. La consuetudine, a riguardo, è ottima.) --Toobycome ti chiami? 17:28, 28 Apr 2006 (CEST)
albero delle categorie

non c'è ancora una struttura ben definita in cui categorizzare gli articoli, che ricordo non sono affatto pochi! sarebbe utile per fare delle pagine ad indicizzazione automatica delle notizie soprattutto per consultare le categorie in ordine cronologico; inoltre bisognerebbe anche pensare se trovare o no un ordine specifico su come inserire gli articoli nelle categorie stesse (per esempio per l'articolo Oggi urne aperte per il nuovo Parlamento [[Categoria:Europa|italia elezioni politiche 2006]] e [[Categoria:Politica|elezioni politiche italia 2006]])

Credo sia necessario mettere mano alla pagina Aiuto:Categorie (analoga a questa), creando un albero vero e proprio (e comprensivo anche delle categorie attualmente non utilizzate ma che, per coerenza con quelle già attive, non possono essere omesse). Sull'ordine... direi che proporre uno standard potrebbe servire per ridurre l'entropia ;-) ma non è così indispensabile. --Wappi76 21:03, 22 Apr 2006 (CEST)
Su wikinews inglese c'è questo albero molto completo. Potremmo adattarlo alle categorie che trattiamo e sono pienamente d'accordo con l'intestazione: «OGNI articolo deve contenere una categoria di Argomento ed una di Regione. Queste categorie sono usate per presentare gli ultimi articoli ai lettori. Per favore aggiungi Continente, Paese, Argomento, Sottoargomento a tutti gli articoli.» La presentazione degli articoli viene fatta attraverso i portali (namespace Portal che continuo a ritenere che sarebbe molto utile anche qui su wikinotizie) che raccolgono gli articoli relativi ad una regione geografica o ad un argomento specifico e li ordinano con le dynamicpagelist. --Trek00 03:44, 25 Apr 2006 (CEST)
Ho compilato un albero delle categorie con il numero di articoli attualmente presenti (devo ancora finire la categoria sport e le sue sottocategorie). Questo può servirci indicativamente per ragionare su un possibile nuovo albero, sia per avere più chiara la struttua attuale delle categorie di argomenti. Sotto ho anche inserito una tabella comparativa delle categorie principali in altre fonti di informazione. Infine sotto la mia sandbox ci sono delle prove tecniche di nuovo albero fatte da me e Tooby. Ciao! :-) --Trek00 05:26, 17 Mag 2006 (CEST)
Per quanto riguarda l'albero, Gatto Nero propose (più di un anno fa) che, per quanto riguarda la risistemazione delle categorie, penso siano necessarie tre categorie fondamentali: Notizie per data, Notizie per argomento e Notizie per Nazione interessata. O qualcosa di simile, per intenderci. In pratica - guardando la lista delle categorie attualmente presenti - dovrebbe essere qualcosa come:
  • Notizie
    • Data
      • 1 Aprile
      • 2 Aprile
      • ecc ecc ecc
    • Argomento
      • Cronaca
      • Politica
      • Cultura
      • Musica
      • Sport
      • ecc ecc ecc
    • Nazione
      • Europa
        • Italia
        • Regno Unito
        • ecc ecc ecc
  • Redazionali
    • Di controllo
      • Disputed
      • Fonti
    • Di coordinazione
      • Da tradurre
      • Articoli richiesti
      • ecc ecc
Forse si può riprendere qualcosa, perché non mi sembra male questa disposizione. Toobycome ti chiami? 01:09, 9 lug 2006 (CEST)
Visto che siamo arrivati a quota 900 articoli non tanto bene categorizzati e visto che in futuro potremmo passare ad una gestione completamente automatizzata basata sulle categorie, penso che sia meglio iniziare a scegliere ora le categorie che servono e come chiamarle.
Poi Trek aveva proposto che innanzitutto bisogna decidere quali categorie creare e a cosa servono. Ecco una lista di come dovrebbero essere (secondo me) per argomenti:
  • Ambiente (ecologia, inquinamento, meteo)
    • Meteo
  • Cronaca (cronaca, nascite e necrologi)
    • Necrologi
  • Cultura e intrattenimento (eventi, spettacoli, divertimento) (ora è Cultura e divertimento)
    • Mostre e manifestazioni culturali
  • Disastri e incidenti (disastri naturali, incidenti)
    • Incendi
    • Incidenti aerei
    • Terremoti
  • Giustizia e criminalità (giustizia, processi, criminalità, crimini)
    • Processi
  • Economia e affari (economia, borsa, finanza personale, commercio)
    • Economia
    • Finanza (borsa)
  • Politica e conflitti (politica, legislazione, guerre, terrorismo, accordi)
  • Scienza e tecnologia (scienza, tecnologia, informatica)
    • Spazio
  • Società (costumi, educazione, religione, lavoro)
    • Educazione
    • Religione
    • Salute (ora è Sanità)
  • Sport (sport)
    • Calcio
    • Pallavolo
    • Rugby

per regioni:

  • Africa
  • America settentrionale (nord e centro america)
  • America meridionale
  • Asia
  • Europa
  • Oceania
  • Mondo (Antartide, mare, Terra e spazio)
  • Medio Oriente (zona compresa tra Africa, Asia ed Europa)

e 2 categorie di servizio:

  • Pubblicati (articoli pubblicati)
  • Stub (articoli in sviluppo)

Toobycome ti chiami? 01:13, 9 lug 2006 (CEST)

editoriali e commenti

dobbiamo decidere se, almeno per ora, sono permessi o no dei commenti negli articoli e di che tipo; secondo me fino a quando i commenti sono neutrali va bene, tipo commenti sulla variazione di dati numerici/statistiche (tipo l'inflazione) per offrirne una maggiore comprensione o considerazioni sui probabili risvolti di un fatto (non solo il più probabile), mentre sono contrario ai commenti di parte o su fatti astratti difficilmente prevedibili; la comunità potrebbe anche prendere la strada degli editoriali, cioè articoli di solo commento sviluppati da un utente o dalla comunità ma passati al vaglio di molti utenti prima di poter esser pubblicati.

gli editoriali sono senz'altro interessanti, ma anche assai difficili da scrivere! Ed il rischio di violare il NPOV è assai ampio. Proporrei di lasciare gli articoli così come sono, dunque privi di commenti/editoriali, e di riservare a pagine ad hoc interventi di commento, magari segnalati da apposito template e chiaramente collegati con l'articolo "pulito" in maniera biunivoca. --Wappi76 21:07, 22 Apr 2006 (CEST)
Ok sugli editoriali, ma credo possano essere anche di parte, se segnalati da una specie di namespace (anche se non "ufficiale, per carità!) del tipo Editoriale:Cosa ne penso su Topo Gigio al Quirinale (lasciamolo rosso questo link ;) ); mi pare altrettanto ovvio che devono essere obbligatoriamente editoriali di qualità, ragionevoli, obiettivi, privi di insulti e comunque non troppo NNPOV, che devono essere pubblicati solo con il consenso della comunità (il procedimento potrebbe essere simile alla immissione di un articolo in vetrina). Per quanto riguarda il template, date un'occhiata qui --Toobycome ti chiami? 03:31, 23 Apr 2006 (CEST)
Il template non è male. C'è solo una ripetizione: "Questo articolo contiene un articolo di opinione...": magari potremmo sostituire il primo "articolo" con "contributo". Condivido anche l'idea di verificare il consenso della comunità attraverso una procedura simile a quella della vetrina. --Wappi76 17:38, 23 Apr 2006 (CEST)
Altra raffica di eresie: se per editoriale parliamo di un articolo approvato dalla comunità, allora vale la regola del NPOV (tendenzialmente), e dovremo stabilire una procedura e dei requisiti minimi (simile a vetrina), ma la vedo un poco difficile: questa cosa richiede tempi lunghi, incompatibili con un giornale (scusate, forse ragiono troppo come un giornale); vedrei bene piuttosto degli articoli di apporfondimento e di commento dove la regola del NPOV non valga (altrimenti non saprei come poterli scrivere...), ben segnalati naturalmente e sempre legati ad una notizia NPOV più sintetica; in tal caso vale la regola che chiunque può scrivere un commento col suo POV, però, e quindi iniziano i casini... --piero tasso 16:22, 28 Apr 2006 (CEST)
Benarrivato, Piero! Non leggo nessuna eresia in quanto scrivi: siamo qui per parlare! :-) Non mi piace l'idea di ammettere articoli POV: aprirebbe la strada ad una serie di azioni potenzialmente "dannose". Continuo a sostenere l'opportunità di vagliare il contributo con una procedura simile a quella della vetrina, chiaramente con un tempistica assai breve (24/48 ore) e con ampia pubblicità della votazione in corso qui al bar ed in home page. A mio parere, of course! --Wappi76 16:37, 28 Apr 2006 (CEST)