"No al riconoscimento delle coppie omosessuali", Alfano irrompe nel dibattito con una circolare ai prefetti

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

martedì 7 ottobre 2014

Mossa a sorpresa del Ministro degli Interni, Angelino Alfano (NCD), che ha comunicato la firma ad una circolare da inviare ai prefetti italiani in cui si ordina di annullare "le trascrizioni dei matrimoni tra le persone dello stesso sesso fatti all'estero" (come riporta Repubblica.it). Non è da ieri infatti che alcuni sindaci italiani hanno iniziato a registrato queste unioni in seguito a cerimonie celebrate all'estero, dove sono permesse al contrario dell'Italia. È di ieri invece la notizia della richiesta del consiglio comunale di Milano al sindaco Pisapia di istituire un registro del genere anche in Comune, ma sono già diverse le città in cui è possibile, come a Bologna e Grosseto.

Questo annuncio non ha potuto che alzare accese polemiche tra chi è favorevole a inserire anche nel diritto civile italiano il matrimonio o comunque unioni formali tra persone dello stesso sesso, soprattutto nelle fila del PD, come ad esempio Matteo Orfini e Roberto Speranza, entrambi tramite il proprio account Twitter.

È probabilmente una iniziativa solitaria del Ministro che non deve aver coinvolto altri membri del Consiglio dei Ministri, soprattutto il Presidente Renzi, che al momento sta cercando di appianare le divergenze con la minoranza del PD per cercare di far approvare le sue modifiche alla legislazione del lavoro. La decisione del ministro potrebbe incrinare ancora di più il sottile equilibrio che sembra tener insieme le varie anime del Partito Democratico negli ultimi mesi.

Fonti[modifica]