A Bettini il Campionato di Zurigo

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

2 ottobre 2005

Dopo la grande delusione del Mondiale di Madrid, Paolo Bettini dimostra tutto il suo valore sotto la pioggia ed in mezzo al gelo (le temperature erano attorno al 7 - 9 gradi) aggiudicandosi il Campionato di Zurigo.

Il livornese della QuickStep Innergetic, inizia la sua avventura a 45 chilometri dal traguardo, insieme a Luca Paolini, suo compagno di squadra. I due, insieme a Damiano Cunego (campione della Lampre - Caffita che però si stacchera subito), si lanciano in discesa, cercando di riportarsi sul gruppeto di testa, composto da 9 corridori (di cui 3 uomini QuickStep) che aveva mantenuto stabile il proprio distacco intorno ai 40 secondi, dopo le numerose fughe dei primi chilometri.

Una volta rientrati, l’olimpionico mette i compagni di squadra a tirare, mentre tra gli inseguitori non si trova un accordo, ed il distacco cresce, superando il minuto. Nel frattempo, Davide Rebellin, della Gerolsteiner, si è ritirato, e quindi Danilo Di Luca (della Liquigas Bianchi) si è aritmeticamente aggiudicato la classifica Pro-Tour 2005.

Passano pochi chilometri (9 per la precisione) e Bettini tenta un primo affondo. Tradito dalla catena dopo poche centinaia di metri, viene ripreso, ma immediatamente rilancia, riuscendo a fare nuovamente il vuoto. La grandissima condizione fisica di questo finale di stagione, consente all'italiano, al 46° successo in carriera, di far aumentare vertiginosamente il proprio vantaggio (30 secondi in 2 chilometri), fino a portarlo intorno ai 3 minuti. A quel punto, il corridore della QuickStep può controllare la corsa, mentre alle sue spalle, Lorenzo Bernucci è rimasto da solo, avendo staccato Andrea Moletta (italiano della Gerolsteiner) e Vladimir Miholjevic (croato della Liquigas Bianchi). Il ventiseienne spezzino della Fassa Bortolo, vincitore di una tappa al Tour quest'anno, viene ripreso da Frank Schleck (del Team CSC) a 11 chilometri dal traguardo, dove lascierà al lussemburghese il piazzamento. Alle loro spalle, giungeranno nell’ordine, Danilo Di Luca e lo spagnolo della Euskaltel - Euskadi Samuel Sanchez Gonzalez.

Classifica

240,9 km (Partiti 156, arrivati 49)

  • 1° Paolo Bettini (Italia) 6h6'22"
  • 2° Frank Schleck (Lussemburgo) a 2'57"
  • 3° Lorenzo Bernucci (Italia) s.t.
  • 4° Di Luca (Italia) a 3'10"
  • 5° S. Sanchez (Spagna) s.t.
  • 6° Wesemann (Germania) a 3'35"
  • 7° Haussler (Germania) a 3'39"
  • 8° Lovkvist (Svezia) a 3'41"
  • 9° Celestino (Italia) a 3'57"
  • 10° Miholjevic (Croazia) s.t.
  • 11° Rast (Svizzera) a 4'37"
  • 12° S. Chavanel (Francia) a 4'59"
  • 13° Moletta (Italia) a 6'43"
  • 14° Cunego (Italia) a 7'08"
  • 15° Grivko (Ucraina) s.t.
  • 16° Elmiger (Svizzera) s.t.
  • 17° Caruso (Italia) s.t.
  • 18° Bertagnolli (Italia) s.t.
  • 19° Barredo (Spagna) a 7'11"
  • 20° Valverde (Spagna) s.t.
  • 21° Sastre s.t.
  • 22° Bertolini (Italia) a 8'38"
  • 23° M. Zberg a 8'40"
  • 24° Lastras s.t.
  • 25° Strangelj s.t.

Classifica Pro Tour

  • 1° Danilo Di Luca (Italia) 229p.
  • 2° Boonen (Belgio) 171p.
  • 3° Ullrich (Germania) 140p.
  • 4° Armstrong (USA) 139p.
  • 5° Vinokourov (Kazakistan) 136p.
  • 6° Leipheimer (USA) 131p.
  • 7° Julich (USA) 130p.
  • 8° Hincapie (USA) 129p.
  • 9° Petacchi (Italia) 128p.
  • 10° Rebellin (Italia) 126p.


Fonti