Addio a Franco Pacini

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

giovedì 26 gennaio 2012

Franco Pacini
(Firenze, ottobre 2008)

Questa mattina, all'età di 72 anni, è morto Franco Pacini, astrofisico fiorentino.

Nel campo della ricerca ha legato il suo nome alle stelle di neutroni, in particolare fornendo alcune previsioni riguardanti il campo magnetico generato da quelle rapidamente rotanti[1]. Ha poi avanzato una ipotesi sulla formazione delle galassie ultraluminose nella banda a infrarossi[2], anch'essa confermata da osservazioni successive.

Direttore dell'Osservatorio Astrofisico di Arcetri, dal 1968 al 2001, è stato anche presidente dell'Unione Astronomica Internazionale[3] dal 2000 al 2003 e ha attivamente collaborato alla realizzazione del Large Binocular Telescope (LBT) in Arizona, il più grande telescopio ottico mai realizzato.

Negli ultimi anni era impegnato nell'attività di diffusione della cultura scientifica in Italia tra i giovani e i giovanissimi.

Fonti

Note

  1. F. Pacini (Novembre 11, 1967). Energy emission from a neutron star. Nature Vol. 216: pp. 567-568. DOI:10.1038/216567a0.
  2. M. Harwit & F. Pacini (1975). Infrared galaxies - Evolutionary stages of massive star formation. Astrophysical Journal Vol. 200: pp. L127-L129. DOI:10.1086/181913.
  3. [EN] Scheda su Franco Pacini membro dell'IAU