Air One, maxi multa dall'Enac: 150mila euro

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

5 agosto 2006

Un aeromobile della Air One

Il 3 agosto 2006, l'Ente Nazionale per l'Aviazione Civile ha comminato alla compagnia aerea Air One un'ammenda da 150mila euro, a seguito dei numerosi disagi arrecati ai passeggeri nelle giornate di domenica 30 e lunedì 31 luglio, ritenuti dall'Enac una violazione delle regoli comuni europee in materia di compensazioni e assistenza ai passeggeri in caso di negato imbarco, cancellazione del volo e ritardi prolungati. La Air One avrà due mesi di tempo per pagare, altrimenti la sanzione sarà triplicata.

A riguardo, il presidente dell'Enac, Vito Riggio, ha precisato che «questi provvedimenti non intendono penalizzare le compagnie aeree, ma rappresentare un deterrente affinché situazioni difficili e di forte disagio per i passeggeri, come quelle che si sono verificate negli ultimi giorni, non abbiano più a ripetersi».

Secondo il Codacons, tuttavia, la sanzione è insufficiente: «A fronte di ben 22 violazioni del regolamento UE - ha affermato il presidente, Carlo Rienzi - sanzionare un colosso come Air One con 150.000 euro è ridicolo oltre che oltraggioso per i tanti passeggeri rimasti coinvolti nell'episodio. 150.000 euro semmai dovrebbe essere il valore della multa per ogni singolo volo soppresso considerato che i viaggiatori hanno subito danni per milioni e milioni di euro». L'associazione dei consumatori invita i passeggeri che abbiano subito disagi a causa dei disservizi della compagnia aerea a chiedere risarcimenti individuali dinanzi ai giudici di pace.

Fonte