Al-Qaida minaccia di rapire il principe Harry

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

lunedì 5 marzo 2007

Secondo il quotidiano inglese Sun, il movimento fondamentalista islamico Al-Qaida avrebbe intenzione di rapire o uccidere il principe Harry del Galles, secondogenito di Carlo e Diana.

Le minacce sono comparse su alcuni siti internet riconducibili al movimento paramilitare guidato da Osama bin Laden. «Il principino Harry sarà inviato in Iraq, dove troverà la morte per mano dei musulmani» e «Possa Allah dargli ciò che mertita, alla pari dei suoi confratelli crociati»: queste alcune delle frasi comparse in questi giorni.

Il 22enne nipote della regina Elisabetta II si recherà, infatti, tra due mesi nel sud dell'Iraq quale ufficiale del reggimento Blues and Royals.

L'esperto britannico di siti internet di stampo terroristico, Neil Doyle, ha dichiarato: «Harry sarebbe il colpo grosso per qualsiasi gruppo dei ribelli», aggiungendo che «una sua possibile uccisione o cattura varrebbe oro per quanto pesa ai fini della propaganda terroristica».

Fonte