Angela Merkel dal 2021 non assumerà più incarichi politici

Da Wikinotizie, le notizie a contenuto aperto
Jump to navigation Jump to search

martedì 30 ottobre 2018

La Merkel 7 mesi fa

Angela Merkel, cancelliera della Germania dal 2005, ha annunciato ieri che dal 2021 non assumerà più incarichi politici e che, inoltre, il prossimo 8 dicembre ad Amburgo non si ricandiderà alla presidenza della CDU; fonti del partito, inoltre, escludono anche una sua candidatura per ruoli politici nell'Unione europea, mentre lei stessa ha escluso di ricandidarsi anche in caso di caduta precoce dell'attuale governo, che è in coalizione con l'SPD.

Il suo ritiro avviene dopo le elezioni di land in Assia e Baviera, dove la CDU e l'alleato CSU hanno avuto un calo vistoso delle percentuali rispetto alle elezioni precedenti, ed il dieselgate, che ha orientato una parte degli elettori contro il governo in carica, considerato in merito troppo prono agli interessi delle aziende; la decisione, però, ha dichiarato la Merkel, è maturata durante la pausa estiva e va in contrasto con la sua dichiarazione passata che presidenza del partito e governo debbano essere entrambi in mano alla stessa persona.

Per la presidenza della CDU, il cui ultimo cambio è avvenuto 18 anni fa, si sono candidati Annegret Kramp-Karrenbauer, attuale segretaria generale e vicina alla Merkel, Jens Spahn, attuale ministro della sanità e detrattore dell'attuale cancelliera, Friedrich Merz, sfidante storico della stessa, Daniel Günther, governatore dello Schleswig-Holstein e fedelissimo della Merkel, ed Armin Laschet, governatore della Renania Settentrionale-Vestfalia e parte dell'ala progressista; Wolfgang Schäuble sarebbe, invece, il presidente transitorio.

Fonti[modifica]